Un cargo di fabbricazione russa si è schiantato subito dopo essere decollato dall’aeroporto internazionale di Giuba, la capitale del Sud Sudan. L’aereo un Antonov 12 che era diretto a Paloch, nello Stato del Nilo Superiore, è precipitato ad appena 800 metri dall’aeroporto.
Nell’impatto sarebbero morte almeno quaranta persone, tra cui almeno sette bambini. “Sono sopravvissuti, ha riferito il portavoce presidenziale, Ateny Wek Ateny, un membro dell’equipaggio ed un bambino che era tra i passeggeri”. Secondo Russia Today il velivolo aveva 45 anni. Alla base di questa nuova sciagura aerea che scuote la Russia, potrebbero esservi un sovraccarico oppure un errore tecnico.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.