Immaginate di essere catapultati ai tempi dell’Antica Roma e di avere la possibilità di gestire il vostro Impero, oppure poter decidere del destino di una tribù barbarica, oppure ancora quello di guidare alla gloria eterna l’Egitto dei Faraoni, oppure una delle Repubbliche greche, o ancora la gloriosa Cartagine.

“Aggressor: Ancient Rome”, recente videogame per pc storico-strategico edito da Slitherine, ve ne darà la possibilità attraverso dinamiche e una grafica simili al più moderno Civilization, ma allo stesso tempo ancor più accattivanti e storicamente accurate, attraverso un profondo sistema di gioco che permette di gestire: politica, diplomazia, rotte commerciali, sviluppo culturale e ricerca scientifica.

“Aggressor: Ancient Rome” vi permetterà di scegliere una delle venti fazioni disponibili – ciascuna delle quali con caratteristiche proprie, ovvero con punti di forza e di debolezza – e di iniziare a sviluppare i vostri possedimenti, le vostre città e di espandervi: o attraverso la fondazione di nuove città – per mezzo dei vostri coloni – oppure sotto il profilo militare – ingaggiando battaglie, sia terrestri che navali, contro le fazioni nemiche e intessendo alleanze diplomatiche con altre fazioni – oppure sotto il profilo commerciale – attraverso rotte strategiche, terrestri e navali – e dunque di misurare le vostre abilità contro gli avversari del mondo conosciuto all’epoca dell’Antica Roma.

 

 

Di importanza fondamentale, per quanto riguarda il comparto militare, sono sia il morale dei vostri soldati, sia gli approvvigionamenti agli stessi, senza i quali le vostre truppe non potranno rifornirsi e dunque essere in forza per le battaglie che dovranno ingaggiare.

Sotto il profilo della politica interna è importante tenere sotto controllo non solo l’economia del vostro Stato, ma anche la soddisfazione e la crescita demografica dei cittadini abitanti le città che sarete chiamati ad amministrare e/o che conquisterete. Allo scopo, peraltro, potrete introdurre leggi e riforme atte a migliorare la situazione cittadina.

Altro aspetto importante, oltre al comparto culturale e tecnologico, al fine di sviluppare al meglio la vostra civiltà e permetterle di primeggiare sulle altre, è l’aspetto diplomatico: avrete infatti a disposizione più di dieci accordi diplomatici, che vi permetteranno di stringere alleanze e trattati con le altre fazioni, compresa la possibilità di formare Federazioni e Confederazioni di Stati e di influenzare altre nazioni, al fine di farle rientrare sotto la vostra sfera di influenza. Esattamente, dunque, come ai tempi dell’Antica Roma.

“Aggressor: Ancient Rome”, purtroppo disponibile solo in lingua inglese, ma sufficientemente intuitivo e giocabile anche da chiunque abbia una conoscenza basica della lingua, presenta inoltre un tutorial per i neofiti, ai quali è peraltro consigliato di iniziare con una fazione avanzata (Roma, Cartagine o l’Egitto), in modo da poter apprendere i rudimenti delle dinamiche di gioco.

Per quanto riguarda i requisiti minimi richiesti al vostro pc affinché il gioco possa funzionare, questi sono tutt’altro che esosi: un sistema operativo Windows 7 o superiore; una memoria di ram di almeno 2 gb e uno spazio su disco fisso di non più di 1,5 gb.

Chiunque, dunque, voglia tornare indietro nel tempo ed assaporare l’atmosfera dell’Antica Roma e dei suoi fasti, può scaricare “Aggressor: Ancient Rome” sulla piattaforma di Steam al seguente link:

https://store.steampowered.com/app/783210/Aggressors_Ancient_Rome/

UN COMMENTO

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.