Facciamo finta di parlare di Formula Uno e non di calcio; le squadre sarebbero monoposto, la Primera División sarebbe un Gran Premio e la Copa America è stata un’interruzione nella quale le auto, pardon le squadre, hanno lavorato per restare in temperatura dietro a una virtual safety car.

Alla ripartenza però il San Lorenzo ‘pattina’ e il Boca Juniors ne approfitta sorpassandolo alla prima occasione. Rende l’idea?

Come pronosticato la trasferta del Ciclón era più ardua di quella dei ragazzi di Arruabarrena. Termina 1-1 l’incontro tra Unión e San Lorenzo mentre il Boca va a vincere per 1-0 sul campo del Sarmiento, non senza difficoltà.

All’Estadio 15 de Abril di Santa Fè assistiamo a una partita tiratissima con gli ospiti che al 40′ al termine di un’azione corale concretizzano con Blanco, lesto ad approfittare di una respinta corta di Fernandez. Il vantaggio però dura poco e poco prima dell’intervallo Malcorra capitalizza al massimo un calcio di punizione dal limite dell’area: sinistro chirurgico, sopra la testa del terzo uomo in barriera (come insegnano i maestri) e palla che si deposita all’angolino dove Torrico, pur distendendosi non può arrivare. La ripresa continua sulla falsariga del primo tempo ma il risultato non cambia, 1-1 giustissimo.

A Junín ci pensa Palacios a risolvere la pratica Sarmiento per il Boca Juniors con un piattone sinistro al 28′ soltanto intuito dall’estremo difensore avversario Rigamonti. La partita ci offre un Boca Juniors in salute che però spreca troppe palle gol, lacuna che dà coraggio ai padroni di casa che nelle rare sortite offensive riescono anche ad impensierire Orión e compagni. Il risultato non cambierà nonostante le tante occasioni e il Boca può così festeggiare il sorpasso con 34 punti in 16 giornate. Sugli altri campi il River Plate non va oltre l’1-1 casalingo contro il Temperley affidandosi ad un Saviola in formato Verona. Al vantaggio di Rogelio Funes Mori al 30′ risponde otto minuti più tardi il Temperley con Esparza. Nonostante la supremazia territoriale gli uomini di Gallardo mancano l’aggancio al San Lorenzo in seconda posizione, probabilmente colpa anche dell’imminente semifinale di Libertadores con i paraguaiani del Guarani.

Nei quartieri alti della classifica molto bene anche il Rosario, che va a vincere 3-1 sul campo dell’Aldosivi, e il Belgrano che supera 2-1 l’Argentinos Jrs tra le mura amiche. Sempre per quanto riguarda le zone prestigiose c’è invece da segnalare il tonfo del Racing (3-0) sul campo del Newell’s Old Boys, apparso in ripresa con Scocco protagonista e autore di una doppietta. Altri risultati degni di nota sono la vittoria del Gimnasia sul campo dell’Arsenal per 1-0 (quarta consecutiva), i successi casalinghi di Godoy Cruz e Independiente (3-0 e 3-1) e il pari tra Vélez e Tigre, un 2-2 che possiamo decretare come il match più bello della giornata. Accade tutto nella ripresa dove il Tigre in dieci uomini va sopra 2-0 e crolla nel finale facendosi raggiungere da una doppietta di Caraglio, ex Pescara. Completano la giornata Nueva Chicago-Colón 0-0, Lanús-Atl. Rafaela 3-0, Huracán-Defensa y Justicia 0-0, Quilmes-Banfield 0-1 e Estudiantes-San Martín 0-0.

La classifica vede le prime sei in quattro punti con il Boca a comandare su San Lorenzo, River Plate, Rosario, Racing e Belgrano. In coda al momento sono inguaiate Nueva Chicago, Huracán e Crucero del Norte per effetto della peggior media punti con l’Olimpo che però resta a portata di mano.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.