Argomenti Consumi

Argomento: consumi

L’influencer, uno sradicato figlio della società dei consumi

L'influencer è figlio del capitalismo assoluto odierno, del marketing e della società dei consumi per eccellenza. Appare come lo sradicato (da ogni tempo, cultura, ideale, sentimento) che "influenza", con la sua presunta "autorevolezza" - spesso dettata dalle mode imposte dagli operatori del capitalismo stesso, ovvero del marketing - il comportamento delle persone che lo "seguono", magari sul web, ormai diventato la prosecuzione del mezzo televisivo di massa.

Nel 2017 la spesa delle famiglie cresce più del reddito

Le famiglie italiane nel 2017 hanno aumentato la spesa per consumi finali del 2,5% in termini nominali, in misura superiore rispetto alla crescita dell’1,7% del reddito disponibile. Lo riferisce l'Istat, evidenziando come la propensione al risparmio delle famiglie sia scesa al 7,8%, in calo dello 0,7% rispetto al 2016. La crescita del reddito disponibile, spiega Istat, tra il 2015 e il 2017 corrisponde a un incremento del potere di acquisto delle famiglie dello 0,6%, in diminuzione rispetto alle tendenze registrate nel biennio precedente.

Downsizing: i pro e i contro di una scelta contrastata

Inizialmente giudicata come una scelta sensata per contenere emissioni e consumi, il downsizing alla fine s'è dimostrato controproducente.

A 15 anni dall’ingresso nell’Euro, l’Italia torna in deflazione. Non accadeva dal 1959

Calano inesorabilmente i consumi. Codacons: “negli ultimi 8 anni sono calati di ben 80 miliardi di euro”

La Confcommercio contesta Renzi, ma i consumi sono in rialzo

Matteo Renzi

Polemica sul bonus di 80 euro alla confcommercio

Finlandia: vicina l’introduzione del reddito di cittadinanza

Il capo del governo finlandese, Juha Sipilä, ha annunciato che il suo esecutivo sta progettando di introdurre, alla fine del 2016, un reddito di cittadinanza del valore di 800 euro mensili esentasse a persona, indipendentemente da altri redditi percepiti. Per Sipilä l'effetto sarebbe innanzitutto d...

L’inflazione attesa volterà (ancora) le spalle a Draghi

Come se non bastasse l’andamento del PIL e dell’inflazione a testimoniare il fallimento del Quantitative Easing di Draghi, anche l’indicatore dell’inflazione attesa utilizzato dalla stessa BCE sembra non recepire le manovre monetarie del Presidente della Banca Centrale. La deflazione è oggi la pegg...

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

10,930FanLike
35FollowerSegui
178FollowerSegui
1,544FollowerSegui
30IscrittiIscriviti

EDITORIALE