Argomenti Governo

Argomento: governo

Crisi di governo, è finito il teatrino. Ora si fa sul serio

conte e mattarella

A 96 ore dal rifiuto del Presidente Mattarella, le parti in causa tornano a parlarsi e il governo Conte finalmente vede la luce. Il Professor Giovanni Tria all'Economia. Il sette e otto giugno il nuovo esecutivo al summit del G7. Giuramento il primo giugno alle 16.

Grande è la confusione sotto il cielo: la situazione è eccellente per gli speculatori

Quando tutto sembrava fatto, con l'account del Quirinale che aveva già postato la foto del capo dello Stato e del presidente del Consiglio accomodati nello studio della Vetrata, è arrivato il colpo di scena. Cottarelli prende tempo, la lista dei ministri non è pronta, aumenta la confusione e le elezioni si avvicinano.

Mattarella affida l’incarico a Cottarelli, il signor spending review

Carlo Cottarelli, ex commissario alla spending review, ha ricevuto l'incarico di formare il governo dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il suo governo potrebbe avere vita breve, visto che l'unico gruppo parlamentare disponibile a votarlo è quello del Pd che può contare su 111 deputati e 52 senatori.

Mattarella fa muro contro Savona, Salvini sbotta e Meloni esce allo scoperto

Il capo dello Stato, Berlino e Bruxelles hanno posto un veto, non di metodo (aspetto che in ogni caso non gli competerebbe), sul nome dell'anziano economista, Paolo Savona, già ministro con Ciampi. Salvini si sfoga su Facebook: "Sono arrabbiato". Il post del leader della Lega riceve il like di Luigi Di Maio.

Governo, se il Quirinale risponde a Byoblu…

Claudio Messora

L'Ufficio Stampa del Quirinale ha risposto in maniera insolita a un video di Claudio Messora, in arte byoblu, che riportava alcune ricostruzioni di Repubblica sul caso del discorso del premier incaricato Giuseppe Conte. Una vicenda strana, che deve aver suscitato irritazione nel palazzo presidenziale, ma che minaccia la libertà di stampa e di parola.

Riflessioni sul prossimo governo “populista”

Giuseppe Conte

Il governo del cambiamento punterà ad aumentare gli investimenti a deficit per far ripartire l'economia interna e avrà bisogno di una Banca Centrale pronta a garantire la sicurezza e quindi ad acquistare i titoli di Stato italiani immessi sul mercato. Dall'altra la Commissione Europea punterà ad attuare misure che potrebbero portare i titoli di stato ad essere considerati rischiosi e allo stesso tempo la BCE toglierà la sua garanzia al debito sovrano. Ci potrà essere possibilità di dialogo tra keynesiani e ordoliberisti?

Salvini attacca i ricattatori: “Meglio barbari che servi. Prima gli italiani”

matteo salvini

Con un video sul Facebook, il leader della Lega, Matteo Salvini, attacca chi sta cercando di sabotare la nascita del governo: "Provano a fermarci coi soliti ricatti dello Spread che sale, delle Borse che scendono e delle minacce europee. Stavolta si cambia, più lavoro e meno clandestini, più sicurezza e meno tasse".

Di Maio e Salvini lavorano al “governo del cambiamento”

Di Maio e Salvini

M5S e Lega lavorano al "governo del cambiamento". In una nota congiunta, si legge di un incontro molto positivo, che ha messo in luce una piena sintonia prima di tutto sul metodo con cui si sta procedendo e che prevede ulteriori incontri tecnici da qui a domenica per scrivere un programma di governo definitivo". Quella odierna è stata anche la giornata dell'entrata a gamba tesa di Sergio Mattarella: "Pensare di farcela senza l'Europa significa ingannare i cittadini. Il sovranismo è inattuabile".

Fumata giallo-verde in arrivo: M5S e Lega lavorano all’accordo di governo

Salvini e Di Maio

Lega ed M5s continuano il dialogo e chiedono al Colle 24 ore per provare a trovare un'intesa di governo. In serata arriva una nota di Silvio Berlusconi che annuncia il suo via libera ad un esecutivo M5s-Lega. Gli azzurri non voteranno la fiducia ma fanno sapere che l'alleanza del centrodestra non è a rischio rottura.

Lunedì ultimo giro di consultazioni per Mattarella

Nuovo giro di consultazioni in programma per lunedì. ll capo dello Stato, Sergio Mattarella, chiamerà i partiti, per la terza ed ultima volta, per capire se ci sono altre proposte finora rimaste coperte. Martina si piega a Renzi e chiude al M5S. Salvini invita Di Maio a sedersi ad un tavolo ma il grillino rifiuta.

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

10,928FanLike
35FollowerSegui
179FollowerSegui
1,544FollowerSegui
30IscrittiIscriviti

EDITORIALE