Argomenti Mafia

Argomento: mafia

La Mafia e lo sbarco in Sicilia

lucky luciano

Prima puntata di una serie di articoli dedicata alla genesi delle mafie in Italia e i loro rapporti con la politica e la società civile.

Prima di Falcone e Borsellino: la lotta antimafia di Cesare Terranova

Giudice Terranova

Militante del PCI, con il quale ha svolto due mandati parlamentari, il giudice Terranova fu un antesignano della lotta alla Mafia corleonese. Fu l'accusa al processo contro Luciano Liggio e i suoi affiliati nel processo di Bari nel 1969. Ma Cosa Nostra non glielo perdona e chiude con lui i conti tragicamente, dieci anni più tardi...

Il 23 settembre 1985 moriva Giancarlo Siani. Il giornalista che ha sfidato la Camorra

0

Il giovane cronista, morto a soli 26 anni, con le sue inchieste e denunce ha cercato di svelare i rapporti tra la criminalità e la politica. Ma a 32 anni di distanza aleggia ancora il mistero sulla sua morte.

Ventiquattro anni fa moriva Don Pino Puglisi, il prete che ha detto “no” alla mafia con il sorriso

Don Pino Puglisi

Don Pino Puglisi operava nel quartiere Brancaccio di Palermo, dove avevano una certa influenza boss di Cosa Nostra come Leoluca Bagarella, cognato di Riina e i fratelli Graviano. Il prete palermitano toglieva i bambini e i ragazzi dalle strade e dalle mani della criminalità, ma Cosa Nostra non glielo ha mai perdonato e lo assassina il 15 settembre del 1993.

Quel prefetto mandato a morire a Palermo. A trentacinque anni dall’omicidio di Carlo Alberto Dalla Chiesa

Carlo Alberto Dalla Chiesa

Aveva sconfitto il terrorismo, e doveva sconfiggere anche la mafia. Ma la sua solitaria battaglia è durata soltanto 100 giorni.

In ricordo dell’imprenditore Libero Grassi. L’uomo che disse no al Racket di Cosa Nostra

Libero Grassi: disse no al racket

L'imprenditore catanese ha avuto il coraggio di denunciare coloro che gli chiedevano il pizzo. Troppo, per la Palermo dell'epoca. E il 29 agosto 1991 è stato ucciso

Saviano “usa” la strage di San Marco in Lamis per colpire Minniti

0

Roberto Saviano, commentando su facebook la strage mafiosa di San Marco in Lamis, ha pesantemente attaccato il ministro dell'Interno Marco Minniti per la sua condotta in materia di Ong. Così l'autore di Gomorra sul ministro: "Minniti ha tradito la sua funzione di ministro degli Interni e mi sembra assurdo dirlo, ma il dramma dell'Italia è il Sud che sta morendo, non il lavoro meritorio delle ong". Per il filosofo Diego Fusaro, le "omelie" di Saviano rivelano "la distanza abissale che si è prodotta fra gli intellettuali della sinistra e le masse popolari dei lavoratori del tutto non rappresentate".

Palermo, 6 agosto 1985: il sogno infranto di Antonino Cassarà

Borsellino e Cassarà

Antonino Cassarà, detto Ninni, era il vice-questore aggiunto di Palermo che nella prima metà degli anni '80 fu stretto collaboratore del giudice Giovanni Falcone, le sue indagini resero possibile il maxiprocesso di Palermo. Fu assassinato da Cosa Nostra con 200 colpi di Kalashnikov insieme ai membri della sua scorta il 6 agosto 1985. Sognava Palermo libera per sempre dalla Mafia.

Cefalù: Trionfa il Clarinet Sicily Festival, una serata all’insegna dell’eccellenza musicale

0
Clarinet Sicily Festival

Grande successo per il Clarinet Sicily Festival, tenutosi presso il suggestivo Atrio Vescovile di Cefalù. Dal repertorio tradizionale alla tarantella passando per il jazz, i maestri hanno reso omaggio alla musica mediterranea ricordando le vittime della mafia nel mese delle stragi.

Il 29 luglio di 34 anni fa moriva Rocco Chinnici, il padre del “Pool Antimafia”

Rocco Chinnici

Rocco Chinnici, magistrato di Misilmeri, fu il primo a comprendere che la mafia andava combattuta con l'impegno trasversale dello Stato. Fondatore del Pool Antimafia, cadde nel 1983 per mano dei corleonesi.

PRIMA PAGINA

Le falsità degli Stati Uniti sulla Cina – Parte 3: la diplomazia coercitiva

0
Il Ministero degli Esteri della Cina ha pubblicato un documento contenente le falsità che la propaganda statunitense diffonde sul suo conto