Argomenti Mercato

Argomento: mercato

Xiaomi stacca tutti: è prima anche in Italia per numero di smartphone spediti

0

Xiaomi continua ad inanellare numeri e successi. L'ultimo, in ordine di tempo, è la testa del podio come primo produttore di smartphone in Italia e in Europa per unità spedite. I dati, riportati da Canalys, testimoniano ulteriormente l'ottimo stato di salute del brand cinese, che da poco occupa il primo gradino del podio anche a livello globale (dati Counterpoint Research). I dati sul nostro Paese sono relativi al secondo trimestre 2021.

Kawasaki Heavy Industries prossima a cedere la divisione motociclistica

0

La decisione della holding Kawasaki Heavy Industries di cedere la divisione moto, la più piccola e meno remunerativa, era probabilmente valutata da tempo. La crisi di mercato legata al Covid ha costretto a non rinviare più tale scelta.

Casellati: “Italia e Russia hanno nel loro destino di incontrarsi”

0

Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati è intervenuta il 30 gennaio nella seduta plenaria del Consiglio della Federazione Russa, la Camera alta del sistema parlamentare russo. È stata la prima volta che a un Presidente del Senato della Repubblica italiana è stata riservata la possibilità di prendere la parola nell'aula del Consiglio.

Moto: si ritorna alle piccole cilindrate?

0

Per anni quasi dimenticate dal mercato, da qualche tempo le moto sotto i 500 cc stanno tornando a conoscere un nuovo momento di gloria, con molte proposte intorno ai 300 e 400 cc, non senza dimenticare il contemporaneo risveglio delle 125.

L’influencer, uno sradicato figlio della società dei consumi

0

L'influencer è figlio del capitalismo assoluto odierno, del marketing e della società dei consumi per eccellenza. Appare come lo sradicato (da ogni tempo, cultura, ideale, sentimento) che "influenza", con la sua presunta "autorevolezza" - spesso dettata dalle mode imposte dagli operatori del capitalismo stesso, ovvero del marketing - il comportamento delle persone che lo "seguono", magari sul web, ormai diventato la prosecuzione del mezzo televisivo di massa.

Spread. Cos’è, come funziona e quando temerlo

0

Nel presente articolo cercheremo di fornire al lettore gli elementi necessari per una piena comprensione del problema in parola, troppo spesso al centro mistificazioni giornalistiche e strumentalizzazioni politiche. Dato che la seguente trattazione è rivolta principalmente ai profani della materia, tutte le considerazioni svolte sono scevre di tecnicismi e analisi di carattere specialistico.

Mercato dell’auto: quale futuro per i motori a combustione interna?

0
mercato dell'Auto

Il futuro dell'auto, molto probabilmente, non vedrà l'esclusione di nessuna delle motorizzazioni attualmente esistenti, benzina o diesel che sia, ma piuttosto l'emergere di un mercato sempre più plurale e differenziato.

Ital-follia: con l’export verso gli Usa già in calo, si colpisce la Russia

1

Nel primo bimestre del 2018 le esportazioni Made in Italy negli Stati Uniti, hanno fatto registrare un calo dello 0,7%. Una brusca frenata che dovrebbe indurre il prossimo Governo italiano a battersi per eliminare le sanzioni economiche nei confronti della Russia decise dall'Unione Europea. I produttori italiani non possono sopportare il moltiplicarsi dei fronti di scontro commerciale, dovuto al fanatismo russofobo che aleggia in una parte significativa dei paesi dell'Ue.

Delocalizzazione delle imprese italiane: triste fenomeno in crescita

0

Con il termine delocalizzazione si intende l'amara e molto criticabile scelta di grandi e piccoli gruppi industriali che decidono di trasferire la loro produzione dal territorio nazionale in altri Paesi, ove il costo del lavoro è più basso anche del 75% rispetto alla paga di un lavoratore italiano. Tra gli stabilimenti che da alcuni anni hanno trasferito all'estero le attività, è necessario ricordare Fiat, Geox, Bialetti, Omsa, Benetton, Calzedonia, Stefanel. Citiamo inoltre il settore delle telecomunicazioni, dove spiccano Telecom Italia, Wind, Vodafone, Sky Italia.

Michele: un addio doloroso e prematuro alla vita

0

Michele è l'ennesima vittima innocente di una società che ha tradito la sua generazione, lasciandola senza prospettive e annullando tutti i suoi sogni.

PRIMA PAGINA

“Il lavoro italiano in Eritrea (1935-1975) e i suoi sviluppi contemporanei”: un grande successo

0
Di grande impatto il convegno tenutosi a Siena lo scorso sabato 11 giugno: folta la partecipazione, importantissimi i contributi dei vari relatori, ad accompagnare la presentazione dell'ultimo libro di Vito Zita, dedicato alla vita e all'opera di Aurelio Bolognesi in Eritrea e in Italia.