Argomenti Nuova Via della Seta

Argomento: Nuova Via della Seta

Kazakistan: Nursultan Nazarbayev se ne va, ma con la sua nota prudenza

L'addio di Nursultan Nazarbayev al ruolo di Presidente del Kazakistan, dopo 27 anni, ha colto di sorpresa in molti, anche se probabilmente era qualcosa a cui il 78enne leader kazako pensava già da tempo. Non a caso il processo di transizione che s'apre ora appare molto ben meditato, a dimostrazione proprio dell'immagine d'estrema prudenza che non a caso viene riconosciuta a Nazarbayev.

Yu Xuefeng: “La Cina cerca cooperazione, non egemonia”

Yu Xuefeng, docente di politica internazionale all'Università di Pechino, spiega qual è il reale senso della Belt and Road Initiative e soprattutto mette a nudo la scarsa credibilità delle accuse di progetto egemonico o di colonialismo che vengono oggi rivolte alla Cina.

Il Porto di Trieste e gli investimenti cinesi

Trieste ha tutto da guadagnare dal diventare meta e stazione della Nuova Via della Seta patrocinata dalla Cina, ma la frenata imposta dai leader politici legati ad una visione filo-statunitense e filo-UE del nostro paese può rivelarsi letale.

Come il Falun Gong cerca d’inquinare le analisi geopolitiche dell’Occidente sulla Cina e la Nuova Via della Seta

Quando il modo di ragionare fanatico e settario di chi appartiene ad una setta, che oltretutto è mossa da precise finalità anticinesi come nel caso del Falun Dafa, si scontra con la geopolitica, con l'economia e con la storia, i risultati sono sempre a dir poco pietosi.

Nel Medio Oriente che cambia il Mediterraneo riacquisisce centralità

Il cambiamento degli equilibri politici internazionali sta portando ad una nuova centralità del Mediterraneo, legata fortemente anche all'enorme cambiamento di prospettive in atto in Medio Oriente.

Cina: i nemici della Via della Seta sfruttano i “diritti umani”

La strumentalizzazione della questione dei "diritti umani" a danno della Cina si rafforza, curiosamente, proprio nel momento in cui Pechino porta sempre più con successo avanti la sua politica di apertura all'Occidente passando per tutta l'Asia Centrale, e coinvolgendo anche l'Africa ed altre mete, ovvero la "Nuova Via della Seta".

Il consiglio della Cina: superare la mentalità da Guerra Fredda

Cina

La "biografia" del gigante cinese di questi ultimi anni ci fa capire quanto sia sempre più importante sostituire la competizione con la cooperazione, e il confronto distruttivo con quello costruttivo, a livello internazionale. La Cina può davvero insegnarci molto.

La Crimea rafforza la sua primavera

Il ricongiungimento della Crimea con la Russia apre nuove possibilità per entrambe, sia dal punto di vista economico che sociale. E' una vera e propria primavera, che può offrire grandi opportunità anche alle imprese italiane.

Giappone: il premier Shinzo Abe auspica legami più profondi con la Cina

Nel suo discorso al Parlamento, il premier giapponese Shinzo Abe ha auspicato un potenziamento dei rapporti fra il Giappone e la Cina, già oggi molto ricchi in termini economici e commerciali, malgrado le non poche incomprensioni a livello politico.

Andrea Fais, direttore di “Scenari Internazionali”: “Relazioni fra Italia e Cina solide, ma il nostro paese è in ritardo”

In occasione dell'uscita del nono numero di "Scenari Internazionali - Rivista di Affari Globali" dal titolo "Le riforme della nuova era", e dedicato all'ambiziosa politica di riforme varata da Xi Jinping in Cina, abbiamo deciso d'intervistarne il direttore Andrea Fais. Quali sono le mosse della Cina nello scacchiere mondiale ed in particolare in quello europeo? E, soprattutto, qual è lo stato di salute dei rapporti fra la Cina ed il nostro paese?

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

10,842FanLike
35FollowerSegui
164FollowerSegui
1,562FollowerSegui
29IscrittiIscriviti

EDITORIALE