Argomenti Scuola

Argomento: scuola

Rapporti sempre più stretti fra Italia ed Eritrea: nuovi investimenti all’orizzonte

Sono già numerosi gli imprenditori italiani che si stanno affacciando in Eritrea, attratti dal suo grande potenziale, dato soprattutto dal disporre di tanti giovani che hanno ricevuto una buona preparazione scolastica e professionale e che conoscono bene la lingua italiana.

Fact checking, Bonino: “Troppi latinisti e pochi ingegneri”. È falso!

La Bonino in un discorso su lavoro e formazione scolastica e universitaria se l'è presa con latinisti e letterati, ma le cose sono più complesse di quanto racconta il leader di +Europa

Maestre in sciopero: scrutini a rischio

Maestre sul piede di guerra dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha tagliato fuori dalle graduatorie ad esaurimento (Gae), i diplomati magistrali con titolo conseguito entro il 2001-2002. Sono 43.600 i diplomati magistrali esclusi, di cui 5000 già assunti a tempo indeterminato.

La crisi dello sport italiano al di là dell’eliminazione dai mondiali di calcio

La mancata qualificazione della nazionale azzurra di calcio ai Mondiali di Russia, va interpretata come soltanto un sintomo, sebbene il più vistoso di una crisi più profonda. Una nazione può mietere successi sportivi soltanto se cura l'attività di base, senza di essa può solo sperare nell'esplosione di qualche talento: il campione non è mai programmabile, si possono però creare le condizioni necessarie per la formazione di buoni atleti di tutte le discipline, consci del fatto che tra loro potrebbe venire fuori, ogni tanto, anche il fenomeno.

Sergio Marchionne: “Auto elettriche? Arma a doppio taglio”

In occasione del conferimento della laurea ad honorem presso il Polo Meccanico di Rovereto, presso cui ha tenuto una lectio magistralis, Sergio Marchionne ha criticato la nuova tendenza di Stati e Costruttori di spingere sempre di più verso l'auto elettrica.

Lo smartphone non è né buono né cattivo: dipende dall’uso che se ne fa

Uso degli smartphone può danneggiare?

Il ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli, sostiene che gli smartphone, utilizzati con criterio, potrebbero trasformarsi in uno "strumento utile di apprendimento". Resta da capire cosa si possa imparare grazie allo smartphone che non si possa imparare anche con le lavagne didattiche, presentate al momento della loro introduzione come una svolta rivoluzionaria. E cosa accadrebbe agli alunni ancora sprovvisti di smartphone? Diventerebbe forse obbligatorio averne uno? Una scuola nella quale uno 'status sybol' è obbligatorio che cos'è, se non una scuola di classe?

Esporre pubblicamente la vittima è davvero utile?

La decisione di un genitore Mugnano di Napoli di esporre la vittima di violenza (il figlio), malmenato dai suoi coetanei, ha originato un intenso dibattito.

Educare è molto più che insegnare

Il 14 gennaio il Consiglio dei Ministri ha approvato otto deleghe necessarie al completamento della riforma scolastica nata nel 2015 con la stesura della legge nota come 'Buona scuola'. Una delle suddette deleghe riguarda l'istituzione di un 'Sistema integrato di educazione ed istruzione per le bamb...

Il maltrattamento dei minori è il problema più grave della nostra società

Tra le ingiustizie, la crudeltà verso i minori è una delle più gravi. Ogni forma di violenza verso chi è più debole, in qualche modo rimanda ad essa.

Il dolore dei figli di coppie conflittuali o separate

coppie separate

Un lettore ha criticato un nostro recente pezzo nel quale abbiamo discusso circa le parole dette da Papa Francesco in difesa del matrimonio, affermando che ne era poco chiaro il senso. Guidati dall'idea che in ogni comunicazione la responsabilità sia della fonte e che "sono stato frainteso" non si...

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

10,938FanLike
35FollowerSegui
174FollowerSegui
1,537FollowerSegui
30IscrittiIscriviti

EDITORIALE