Argomenti Tripoli

Argomento: tripoli

Libia: grande è la confusione sotto il cielo. Anche per i nostri media

Di fronte alla nuova puntata della crisi libica, l'atteggiamento dei media così come dei vari attori internazionali sembra alquanto confusionario. Spaventa la possibile fine di al-Serraj e degli interessi che in un qualche modo doveva garantire, mentre in Italia gli aspetti più profondamente geopolitici della crisi libica vengono sostanzialmente ignorati o sottovalutati, mentre riceve enfasi soltanto la questione del possibile aumento dei flussi migratori.

Libia: è resa dei conti fra Haftar e quel che resta del governo di Tripoli?

Libia

La nuova puntata della crisi libica coglie di sorpresa molti di quegli osservatori ed attori internazionali che pure, anni fa, ne avevano creato le origini. Vada come vada, oggi sarà molto difficile parlare del futuro della Libia senza tener conto di Khalifa Haftar.

117 morti al largo di Tripoli: in nome del libero mercato, quello delle ONG

I 117 morti causati dal naufragio nel Golfo di Sirte di ieri non ci sarebbero stati, se non ci fosse stato l'incentivo dato dalle navi ONG che aspettano le bagnarole dei migranti in acque internazionali, per poi "stoccarli" nei porti europei, italiani in primis. E' una legge di mercato, tremendamente drammatica, di cui i beneficiari del cosiddetto "business dell'accoglienza" sono perfettamente consapevoli. Ma ben si guardano dal condannarla, preferendo molto più semplicemente cercare capri espiatori altrove, a cui affibbiare l'etichetta di "razzisti".

La mano della Francia ma non solo: tra Tripoli e Haftar è davvero arrivata la resa dei conti finale?

L'azione francese in Libia spiazza nuovamente l'Italia, precedendola nei tempi e privandola, dopo il 2011, anche delle ultime posizioni ancora detenute.

Libia: da “Stato delle Masse” a terra di nessuno

Il Primo Settembre, nella Libia di Gheddafi, era il giorno in cui si commemorava la Rivoluzione del 1969. Ma oggi quell'anniversario è proibito. Tant'è che ieri è stato "festeggiato" con l'ennesimo attentato che ha insanguinato Tripoli.

Haftar o meno, il futuro della Libia è un giallo che potrebbe tornare a tingersi di verde

L'eventuale scomparsa o anche la sola possibilità che Haftar non riesca a riprendersi del tutto dalla malattia riapre in Libia dei giochi che sembravano ormai essersi chiusi, o quasi. Saif al Islam, figlio di Gheddafi, potrebbe a quel punto diventare l'unico uomo in grado di riunificare davvero la Libia.

Libia: per il vice di Sarraj la missione italiana viola la sovranità del paese

Le spaccature dentro al governo di Sarraj a Tripoli sembrano preannunciare una definitiva e completa defenestrazione dell'Italia dal panorama libico.

Al via la missione in Libia, ma Tobruk minaccia di bombardare le navi italiane

Khalifa Haftar

Il Parlamento italiano ha votato la missione navale in Libia, ma pesano tuttavia le minacce di Khalifa Haftar, pronto a bombardare le navi italiane.

Libia: tra Tripoli e Tobruk, l’Italia gioca a perdere

La scelta italiana di aiutare il governo di Tripoli appare come un gioco a perdere in cui l'Italia cerca di far fallire l'intesa francese sulla Libia.

Beffa per l’Italia. Emmanuel Macron incontrerà i capi libici a Parigi

Il presidente francese Emmanuel Macron, nella giornata di martedì, incontrerà a Parigi il presidente libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar che con la sua milizia controlla buona parte della Cirenaica. La Francia ambisce ad un ruolo di primo piano nel paese. Si profila una nuova beffa per l'Italia.

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

10,891FanLike
35FollowerSegui
183FollowerSegui
1,543FollowerSegui
30IscrittiIscriviti

EDITORIALE