assange

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, è stato trascinato fuori dall’ambasciata ecuadoriana a Londra, dove ha trascorso gli ultimi sei anni. Questo dopo che il presidente dell’Ecuador, Lenin Moreno, ha ritirato l’asilo politico.

Il rapporto di Assange con i funzionari ecuadoriani è apparso sempre più teso da quando l’attuale presidente è salito al potere nel paese latinoamericano nel 2017. La sua connessione internet venne interrotta nel marzo dello scorso anno, con funzionari che affermavano che era necessario impedire ad Assange di “interferire negli affari di altri stati sovrani.”

Assange ha ottenuto una massiccia attenzione internazionale nel 2010, quando WikiLeaks ha rilasciato il filmato militare statunitense, intitolato “Collateral Murder”, in cui si vede un elicottero Apache americano aprire il fuoco sui civili, uccidendo 12 persone tra cui due membri dello staff di Reuters e ferendo due bambini.

Il filmato, così come i registri di guerra degli Stati Uniti da Iraq e Afghanistan e più di 200.000 cavi diplomatici, sono stati fatti trapelare sul sito dal soldato dell’esercito americano Chelsea Manning. È stato processato da un tribunale degli Stati Uniti e condannata a 35 anni di carcere per poi essere perdonato Obama nel 2017 dopo aver trascorso sette anni in galera.

I problemi legali di Assange derivano da un’accusa di due donne in Svezia, che lo hanno accusato di stupro.

Nel dicembre 2010 è stato arrestato nel Regno Unito con un mandato di arresto europeo e rilasciato su cauzione.

Nel 2012, Assange è fuggito e si è rifugiato nell’ambasciata ecuadoriana, che gli ha dato asilo politico e in seguito la cittadinanza ecuadoriana.

Assange trascorse gli anni seguenti bloccati nel complesso diplomatico, facendo solo sporadiche apparizioni alla finestra dell’ambasciata e nelle interviste condotte all’interno. La sua salute è peggiorata nel corso degli anni, ma l’impossibilità di lasciare l’ambasciata ha limitato, e di molto, ka possibilità di ricevere adeguate cure mediche.

Nel 2016, un gruppo di esperti delle Nazioni Unite ha stabilito che ciò che stava accadendo ad Assange equivaleva a detenzione arbitraria da parte delle autorità britanniche. Londra, tuttavia, ha rifiutato di revocare il mandato di arresto.

WikiLeaks è responsabile, tra l’altro, della pubblicazione di migliaia di documenti con informazioni sensibili provenienti da molti Paesi.

Questi includono il manuale delle procedure operative standard del 2003 per Guantanamo e alcuni scritti segreti di Scientology.

Massimiliano Greco

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.