Autori Articoli di Filippo Redarguiti

Filippo Redarguiti

Avatar
21 ARTICOLI 0 COMMENTI

Carne da macello: le ONG e la “migrazione permanente”

0

Il grande progetto liberista di “umanità mobile” a costo zero, non può fermarsi. E per far sì che si realizzi, le ONG sono pronte a tutto.

Il demonio è stato abbattuto. Battisti e la malafede della politica

0

Quando la patria dei garantisti a priori, di qualunque colore, giubila in modo bipartisan intorno alla forca, c'è sempre qualcosa che non va.

Migrazione o morte: la guerra senza tregua della propaganda mondialista

0

Nel perseguire il loro obiettivo di “mercato unico globale”, le consorterie mondialiste si servono di mille canali. E la cultura “progressista” è ormai il loro braccio armato.

“Ottimizzazione di massa”: come il mondialismo cambierà la natura

0

Dal cibo allo sviluppo umano, i criteri di ingegneria ed eugenetica sociale globalisti e liberisti saranno fonte di mutamenti distopici mai visti prima.

Da “no global” a “no border”: come il Globalismo ha cooptato la Sinistra

Da quella più “radicale” fino al PD, l'attuale sinistra è ormai rispondente in pieno alle esigenze del potere globale.

Tra Roma e Bruxelles: perché l’UE non farà prigionieri

0

Le concessioni fatte dal governo Conte davanti alle minacce dell'Unione Europea rendono ancora una volta chiara la sua natura dittatoriale di fatto.

Euroburocrati, ovvero “la banalità del male”

La politica di massacro sociale attuata dai commissari UE è ancora più inquietante alla luce della loro natura amorfa.

Macron e l'”oltreuomo” turboliberista

0

Il presidente francese è l'incarnazione dell'ideale liberista di essere umano de-identificato a ogni livello

La morte di Antonio Megalizzi e l’inganno del “sogno europeo”

0

La vicenda del 28enne italiano, Antonio Megalizzi, rimasto ucciso nell'attentato di Strasburgo è un'amara metafora delle contraddizioni dell'europeismo.

Strasburgo: l’Europa, l’Islam e la strategia del caos

0

L'attentato di Strasburgo mette in luce delle verità che ormai iniziano a palesarsi in tutto il loro dramma.

PRIMA PAGINA