La giornata dei derby argentini, la fecha de los clásicos, ci regala emozioni a non finire, sia sul campo, sia in classifica. Nel ventiquattresimo turno di Primera División delle prime cinque vince solo il Boca Juniors che fa suo il Superclásico del Monumental e scavalca il San Lorenzo uscito sconfitto per 1-0 dal campo dell’Huracán. Perde pure il Racing demolito, a circa duecento metri di distanza dal proprio fortino, dall’Independiente che nel Clásico di Avellaneda all’Estadio Libertadores si impone per 3-0, lasciando poco spazio all’immaginazione sull’andamento del match. Nel derby rosarino invece lo spettacolo è soltanto sugli spalti mentre il campo dice 0-0 tra Rosario Central e Newell’s Old Boys con poche occasioni da ambo le parti. Tra le altre gare si registrano gli inutili pareggi tra Estudiantes e Gimnasia (1-1) e tra Colón e Unión (0-0). Successi importanti quelli del Tigre e dell’Aldosivi. Il Tigre regola 3-0 il Vélez tornando a sperare nel sesto posto che significherebbe play-offs per la Libertadores, l’Aldosivi invece sconfigge 2-0 il Crucero del Norte guadagnando il diciottesimo posto, l’ultimo valido per poter accedere ai play-offs per la Copa Sudamericana.
Facendo un passo indietro concentriamoci su River Plate – Boca Juniors, finito 0-1 per gli xeneizes, deciso da un gol di Lodeiro al 19′ del primo tempo. Monumental gremito in ogni ordine di posto, le squadre entrano in campo mentre tutto lo stadio canta ‘River mi buen amigo’, arbitra l’incontro il Signor Herrera. Pronti, via e dopo appena ventisei secondi accade il primo colpo di scena. Gago si accascia sulla propria trequarti e la diagnosi è spietata: rottura del tendine d’Achille sinistro e sei mesi di stop, auguri! Arruabarrena inserisce Lodeiro. Si ha la sensazione che quanto appena accaduto possa aver scosso il Boca e spianato la strada ai Millionarios. Invece i compagni dello sfortunato Gago reagiscono subito non dando spazio a shock ed allarmismi vari. Al 19′ da una discesa sulla destra del ‘Tucumano’ Palacios nasce il gol che deciderà l’incontro. Da Palacios a Tevez che calcia addosso a Barovero in uscita sulla cui respinta si avventa proprio Lodeiro che scaglia con forza il pallone sotto la traversa. Dal mancato shock degli ospiti a quello che invece coglie i ragazzi di Gallardo incapaci di rispondere alla rete subita inanellando errori uno dopo l’altro. Solo allo scadere del primo tempo, dopo che il Boca aveva sfiorato un paio di volte il 2-0, entra in scena Orión che miracoleggia su un cabezazo di Alario da un paio di metri. Intervallo, 0-1 per gli xeneizes. Se vogliamo possiamo considerare come segno premonitore dell’epilogo del Superclasico la sostituzione tra Ponzio e Lucho González avvenuta al 36′ dopo che il primo aveva rischiato il secondo giallo. Gallardo capisce che l’arbitro Herrera non perdonerebbe un altro fallo di Ponzio così, come detto, entra Lucho González che neanche a dirlo si fa ammonire dopo appena quattro minuti cadendo nella stessa situazione del compagno a cui è subentrato. A stregare ancor di più la partita del River Plate è l’avvio di ripresa con Orión ancora miracoloso su un altro colpo di testa di Alario a botta sicura da due passi. Da lì in poi i padroni di casa faranno la partita, senza una vera trama di gioco e senza riuscire a ripresentarsi in maniera decisa in area avversaria. Finisce così 1-0 per il Boca Juniors che si prende Superclásico e primato in classifica.

PAGELLE
RIVER PLATE: Barovero 6, Mercado 5,5, Casco 5,5, Balanta 6, Mammana 5,5, Ponzio 5 (dal 36′ González 4,5 e dal 55′ Viudez 5,5), Kranevitter 5, Martínez 5,5 (dal 68′ Driussi 5,5), Sánchez 5,5, Alario 6,5, Mora 4,5. Gallardo 5,5
BOCA JUNIORS: Orión 8, Monzón 6,5, Diaz 6, Tobio 6, Peruzzi 6,5, Meli 6,5 (dal 93′ Fuenzalida sv), Erbes 6,5, Gago sv (dal 4′ Lodeiro 7,5), Bentancur 6, Tevez 6, Palacios 6,5 (dal 69′ Chávez 6). Arruabarrena 7
Arbitro: Herrera 6,5
Reti: 19′ Lodeiro
Ammoniti: 22′ Erbes, 25′ Meli, 25′ Ponzio, 40′ González, 63′ Tobio, 88′ Tevez, 88 Sánchez.

RISULTATI
Defensa y Justicia – Arsenal Sarandi 1-0; Nueva Chicago – Argentinos Jrs 1-2; San Martin SJ – Godoy Cruz 1-2; Independiente – Racing 3-0; Huracán – San Lorenzo 1-0; Olimpo – Sarmiento Junin 1-0; Atl. Rafaela – Belgrano 1-1; Tigre – Vélez 3-0; Rosario Central – Newell’s 0-0; Estudiantes – Gimnasia La Plata 1-1; Colón – Unión 0-0; River Plate – Boca Juniors 0-1; Lanús – Banfield 0-1; Aldosivi – Crucero del Norte 2-0; Temperley – Quilmes 0-0
CLASSIFICA
Boca Juniors 52, San Lorenzo 50, Rosario 46, Racing 43, River Plate e Independiente 41, Banfield e Tigre 40, Belgrano e Estudiantes 39, Lanús e Gimnasia 36, Quilmes 33, Unión e San Martin 32, Temperley, Argentinos Jrs e Aldosivi 29, Defensa y Justicia e Newell’s 27, Olimpo 26, Vélez e Godoy Cruz 25, Sarmiento, Huracán e Colón24, Atl. Rafaela 21, Arsenal 17, Crucero del Norte e Nueva Chicago 14.

CALCIOMERCATO: Colpi finali di River Plate ed Estudiantes che il giorno prima della chiusura, fissata il 10 settembre, ingaggiano rispettivamente Casco dal Newell’s per 2,6 milioni di dollari e Andujar in prestito dal Napoli. Per il resto non c’è stato niente di rilevante a parte qualche giovane mandato a farsi le ossa nelle categorie inferiori. Chiuso dunque il mercato ci divertiamo facendo il pagellone squadra per squadra.
ALDOSIVI, voto 6: nessun acquisto e nessuna cessione. I risultati dimostrano che è giusto aver fiducia in questo gruppo.
ARGENTINOS JRS, voto 5,5: come l’Aldosivi puntano sul gruppo ma forse qualcosina in più occorreva.
ARSENAL, voto 5: squadra indebolita, con acquisti che non migliorano la rosa qualitativamente, Lertora a parte.
ATL. RAFAELA, voto 6,5: i nuovi acquisti come Graciani e il giovane Barboza dal River stanno dando il loro apporto in maniera positiva aiutando a metabolizzare qualche partenza apparentemente importante.
BANFIELD, voto 6,5: Giovanni Simeone è il colpo, Noir e Bertolo le cessioni importanti. Ma va bene così… per adesso.
BELGRANO, voto 6: Becchio e Bolatti non migliorano il potenziale della squadra, così come le cessioni non lo indeboliscono.
BOCA JUNIORS, voto 9: Tévez è il coronamento di un sogno, Tobio la pedina che serviva dietro. Qualche cessione da rivedere ma con due acquisti così si perdona tutto.
COLON, voto 5: male in entrato, male in uscita anche se Alario era difficile da trattenere.
CRUCERO DEL NORTE, voto 4: davvero non si poteva prendere nessuno?
DEFENSA Y JUSTICIA, voto 6: si punta fondamentalmente sulla rosa con cui si è iniziato il campionato. Scelta coraggiosa e giusta.
ESTUDIANTES, voto 6: cessioni e acquisti si bilanciano. Mercato ragionato.
GIMNASIA LA PLATA, voto 6: mercato in ottica futura, nessuna cessione.
GODOY CRUZ, voto 5,5: qualche cessione incomprensibile, acquisti al risparmio e rivedibili.
HURACAN, voto 6,5: in entrata si è pensato ad allungare la panchina, in uscita niente di clamoroso.
INDEPENDIENTE, voto 8: come avevamo già detto settimane fa, se non fosse per Tévez al Boca, avrebbe la palma di regina del mercato. Tanti acquisti e due uscite indolore. Futuro roseo.
LANUS, voto 6: buoni acquisti ma anche cessioni importanti. Zero passi avanti, forse zero anche indietro.
NEWELL’S, voto 5,5: forse c’era altro in giro oltre a Formica…
NUEVA CHICAGO, voto 5: Prendi bene, vendi peggio… arrivederci.
OLIMPO, voto 6: piccoli aggiustamenti.
QUILMES, voto 5,5: si poteva fare meglio, qualcosina in più.
RACING, voto 6: trovate alternative a Milito e a Bou, per il resto niente di nuovo.
RIVER PLATE, voto 7: l’impresa è stata riuscire a posticipare tante partenze anche se ce ne sono state comunque diverse. Fantastico il colpo Alario, la riscoperta di Viudez, l’acquisto last minute di Casco.
ROSARIO, voto 6: potenziale invariato.
SAN LORENZO, voto 6,5: qualcosina è partito ma è arrivato anche buon materiale. La Primera è un obiettivo fattibile.
SAN MARTIN SJ, voto 6: nè puzza, nè odore.
SARMIENTO, voto 6,5: si apprezza lo sforzo, vediamo gli esiti ma salvezza ormai raggiunta.
TEMPERLEY, voto 6,5: rosa allungata, cessione di Terzaghi obbligata. Va bene, va bene così.
TIGRE, voto 6: buoni gli acquisti ma anche dolorose le cessioni…
UNION, voto 5,5: con Triverio al Toluca ci prendi quasi dieci milioni ed è logico aspettarsi di più. Fatto cassa e poco altro.
VELEZ, voto 5: già il campionato è andato, se poi fai un mercato così… te le cerchi!

Roberto Balio