Politica

    Campania 2020, Storti (Dc): “Invertire il declino della nostra comunità”

    Il segretario provinciale di Avellino della Democrazia Cristiana Antonio Storti, in vista delle elezioni regionali che si terranno in Campania il prossimo anno, propone il dialogo con tutte le forze politiche presenti sul territorio campano attorno a tre punti cruciali: lavoro, ambiente, servizi pubblici.

    antonio stortiIl segretario della sezione provinciale della Dc di Avellino Antonio Storti ha rilasciato un comunicato stampa a proposito delle elezioni regionali che si terranno in Campania a giugno del prossimo anno.

    “Tanti gli scenari possibili. Nuovi partiti si affacciano per la prima volta e le possibili coalizioni sono ancora lontane da trovare un punto di intesa. Noi della Democrazia Cristiana, l’unico vero centrismo italiano, puntiamo ad un dialogo con le forze politiche presenti sul territorio. Mettendo in chiaro tematiche importanti fondamentali per la nostra regione. Con la speranza che tutto non svanisca come ogni mandato legislativo.

    Pochi punti su cui essere chiari:

    – Riqualificazione delle aree interne, le quali stanno vivendo un repentino declino sia sotto il profilo amministrativo che sotto il profilo sociale. Le aziende presenti vanno incentivate, sia sotto l’aspetto di inserimento occupazionale che per i giovani costretti ad andare via con percorsi di formazione e di inserimento nelle aziende stesse. Finanziando, ovviamente, tutto ciò. Anche ristrutturando strutture turistiche riqualificandole per portarle ad un avviamento gestionale locale.

    – Incremento dei servizi. Le aree interne sono collegate in un modo scandaloso verso i propri capoluoghi.

    – Agricoltura e paesaggi: punto molto delicato. Con tantissime aziende presenti bisogna che l’agricoltura sia ancora più incentivata con tutti i finanziamenti possibili creando sportelli attivi dedicati avendo presente che la burocrazia sia più veloce di queste attività.

    La speranza è quella di invertire il declino della nostra comunità quasi certo ma non irreversibile”.

    Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.