Ospedale San Giovanni Bosco

Ancora una volta in sala rianimazione, ancora una volta è l’Istituto Ospedaliero San Giovanni Bosco di Napoli a rendersi protagonista in negativo per la presenza di insetti su un paziente.

Per il nosocomio sito nella zona nord di Napoli è già la terza volta in poco meno di due mesi. Dopo il caso del 10 novembre, quando una donna dello Sri Lanka in gravi condizioni venne assaltata da una comunità di formiche ingolosite da alcune sacche di glucosio, giovedì scorso è toccata la stessa sorte ad un anziano signore.

Una situazione diventata ormai insostenibile, tanto da suscitare la reazione del Ministro della Salute Giulia Grillo: “È incredibile che per la terza volta siano segnalate formiche nei locali e, cosa intollerabile, sui pazienti dell’ospedale S.Giovanni Bosco di Napoli – sono le parole del ministro, pubblicate nella sua pagina ufficiale di facebook – La persistenza del problema mi lascia sbalordita e senza parole. Chi sta sbagliando pagherà. I cittadini devono avere la certezza di essere tutelati nella maniera più opportuna in ogni ambiente del nostro Servizio sanitario nazionale!”.

Il ministro Grillo promette di verificare di persona le condizioni del San Giovanni Bosco, ma il clamore suscitato dal caso formiche si inscrive in una lotta inscenata da diverso tempo tra Governo e Regione Campania sul commissariamento della sanità pubblica campana. Commissariamento che va avanti da dieci anni e che Conte vorrebbe prorogare, nonostante il parere contrario della Corte Costituzionale e i desiderata di Vincenzo De Luca, conscio che dalla Sanità della regione potrebbe passare la sua riconferma a Palazzo Santa Lucia

Intanto la procura di Napoli ha già avviato le indagini relative alla morte di Thilakawathie Dissianayake, la donna dello Sri Lanka ricoperta di formiche, avvenuta il 29 dicembre scorso. Il prossimo 9 gennaio sarà disposta l’autopsia del corpo, che aiuterà gli inquirenti a comprendere meglio le cause del decesso dell’ex paziente del Don Bosco.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.