click day

L’idea di un click day lanciata dal presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, per le richieste del bonus da 600 euro previsto dal decreto ‘Cura Italia’ per autonomi e partite Iva, ha scatenato proteste e polemiche.

Immediata e decisa è stata la presa di posizione della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa che rappresenta artigiani, commercianti, professionisti, lavoratori autonomi, micro e piccole imprese del turismo, dei servizi e dell’industria del turismo, dei servizi e dell’industria.

“No alla lotteria del click day per assegnare il bonus di 600 euro a lavoratori autonomi e stagionali, partite Iva e professionisti. Già si tratta di un indennizzo minimo e che non potrà andare a tutti a causa dell’insufficiente stanziamento, affidarne la distribuzione a uno strumento aleatorio ci sembra davvero troppo. Solo il pensiero di ricorrere al click day, anzi, rappresenta un’offesa gravissima per quasi cinque milioni di italiani”, si legge nella nota della Confederazione.

“Soprattutto, spiegano dalla CNA, questo strumento rischia di favorire i soggetti più strutturati a danno proprio di quanti affrontano l’emergenza in condizioni di svantaggio, personale e territoriale. Per motivi geografici, sociali, economici i servizi in Italia non funzionano in maniera omogenea e questa considerazione vale ancor di più per quanto riguarda la connettività e le tecnologie”.

“In questa fase, conclude la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, chiediamo alle istituzioni di essere consapevoli della gravità del momento assumendo gli stessi comportamenti, informati prima di tutto alla responsabilità e al rigore, chiesti a cittadini e imprese”.

L’idea di mettersi in fila online, per di più in un solo giorno, per richiedere il bonus mensile da 600 euro che il decreto ‘Cura Italia’ riserva ai lavoratori autonomi e alle partite Iva, ha ricevuto così tante critiche da costringere Tridico ad una rapida quanto rovinosa retromarcia.

“Purtroppo c’è stato un grande fraintendimento. Non ci sarà nessun click day. Avremo per tutti domande aperte sul nostro sito e queste domande non dovranno essere inviate in un solo giorno”, ha dichiarato il presidente dell’Inps.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome