prestiti

Siamo ormai arrivati alla seconda metà di questo 2019, ed è dunque giunta l’ora di tirare qualche somma ed elaborare dei calcoli riguardanti l’andamento economico italiano.

Quando parliamo di economia, una panoramica della tendenza generale del paese, ci viene fornita dall’andamento delle richieste di prestiti e di mutui delle famiglie.

Crescono i prestiti, calano i mutui: è boom di vacanze a rate

Volendo iniziare con una sintesi, si può dire che il primo semestre del 2019 ha avuto un andamento molto particolare. Se da un lato infatti si è delineato un netto calo delle richieste di mutui e surroghe (-9,4%), dall’altro il settore dei prestiti alle famiglie ha fatto registrare un +8,1%, rispetto allo stesso periodo del 2018.

Andando ad approfondire l’andamento delle richieste di prestiti in Italia, si può vedere come a questo successo abbiano contribuito sia le domande di prestiti finalizzati (+9,8%) che quelle di prestiti personali (+6,3%). Allo stesso modo, è aumentato positivamente anche l’importo medio richiesto, che ha toccato il valore più alto degli ultimi 10 anni visti i 9.890 euro di media: l’importo medio richiesto si differenzia tra i prestiti finalizzati (7.186 euro) e le richieste di credito personali che hanno un valore medio di 12.988 euro.

Altro fenomeno interessante da analizzare, è quello riguardante le vacanze degli italiani e le richieste di credito. Sembra proprio che i consumatori italiani non siano disposti a rinunciare alle tanto sognate ferie, al punto che nei primi 5 mesi del 2019 sono stati concessi prestiti per oltre 72 milioni, con un importo medio che si è attestato oltre i 5.200 euro.

La sicurezza contro i comportamenti illeciti: i numeri del 2018

Quando si ha a che fare con le questioni economiche e le erogazioni di credito, l’attenzione e la sicurezza dovrebbero essere sempre al primo posto. Tuttavia i numeri dei comportamenti illeciti relativi al 2018 sono ancora preoccupanti.

Prima di andare ad approfondire i dati è bene ricordare una delle principali norme di buon senso. Quando si procede alla richiesta di un finanziamento, infatti, è sempre bene scegliere un istituto finanziario affidabile, come ad esempio Santander Consumer Bank, che operi controlli costanti per massimizzare la sicurezza del cliente e di tutte le sue transazioni economiche.

Sono oltre 27.000 i casi di comportamenti illeciti registrati nel 2018 secondo l’Osservatorio sui Furti d’identità e le Frodi elaborato da CRIF, il cui importo medio si è attestato a circa 5.000 euro, per un totale di oltre 135 milioni di euro di perdita economica. Le azioni fraudolente vanno dalle richieste di prestiti finalizzati sotto falso nome, tramite il furto o la contraffazione del documento del reale intestatario, all’utilizzo delle carte di credito dei malcapitati ai quali vengono sottratti i dati di accesso attraverso gli account di posta elettronica o dei social network.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.