Il decreto su Genova è legge. Il testo è stato approvato in via definitiva dal Senato con 167 voti favorevoli, 49 contrari e 53 astensioni. Il disco verde alla Camera era arrivato il primo novembre, dopo una seduta notturna.

Dopo la votazione favorevole, il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli, ha sfogato la rabbia e le tensioni accumulate in questi mesi alzando il pugno in segno di vittoria, scatenando la vibrante protesta delle opposizioni, in particolar modo Pd e Forza Italia con i senatori Marcucci e Bernini ad impartire lezioni di “stile” e “rigore istituzionale”. Nell’emiciclo è subito salita la tensione, al punto che il presidente Elisabetta Casellati è stata costretta a sospendere la seduta. Casellati ha redarguito Toninelli per “aver gesticolato in maniera poco commendevole”.

Il ministro dei Trasporti, tra le urla delle opposizioni, ha ripreso la parola e spiegato il suo gesto: “Grazie all’approvazione di questo decreto, domani 266 famiglie avranno una casa. Ho gioito per i genovesi”.

Con la legge oltre 600 milioni saranno a disposizione del commissario alla ricostruzione Marco Bucci per dare risposte agli sfollati, alle imprese, alla portualità e ai lavoratori.

La seduta odierna al Senato ha anche quantificato e demarcato in maniera più chiara le defezioni tra le file dei pentastellati. Insieme al senatore Gregorio De Falco altri nove colleghi non prendono parte al voto: Vittoria Deledda Bogo, Alfonso Ciampolillo, Saverio De Bonis, Luigi Di Marzio, Elena Fattori, Michele Giarrusso, Cinzia Leone, Paola Nugnes e Mario Turco.

Il senatore Matteo Renzi, colui che voleva abolire il Senato, ha così motivato il voto del Pd: “Votiamo contro perchè avete gettato fango sulle opposizioni”. Forza Italia si astiene “per amore della città”. Fratelli d’Italia vota a favore, come M5S e Lega. Per Giorgia Meloni il sì “non è un soccorso al governo, ma un sostegno per i genovesi e gli italiani”.

Il premier Giuseppe Conte ha espresso la propria soddisfazione, scrivendo sui social: “Il Decreto Genova è legge. Avevo promesso che non avrei mai abbandonato la città in ginocchio. Il Governo è al vostro fianco, Genova si rialza”.

 

Il #DecretoGenova è legge. Avevo promesso che non avrei mai abbandonato la città in ginocchio. Il Governo è al vostro fianco, Genova si rialza

Posted by Giuseppe Conte on Thursday, November 15, 2018

 

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, da Napoli, ha affermato che questa “è la risposta che la città si aspettava”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.