Doppietta italiana per la squadra mongola Ulaanbaatar FC, che pesca nel nostro paese il portiere e l’attaccante. Sara quindi italiano l’erede di Giacomo Ratto in mezzo ai pali dell’Ulaanbaatar FC. La dirigenza mongola della squadra biancoblu ha infatti scelto il pavese Mauro Boerchio, ventotto anni, per sostituire Ratto, dopo l’esperienza positiva della scorsa stagione. Il bomber sarà invece Federico Zini, pisano di ventitré anni.

Boerchio, dopo una lunga carriera tra Serie D e Lega Pro (Nocerina, Renate, Lecco, Pro Sesto, Verbano e Savona), con il picco raggiunto nella stagione 2008/09 quando fece il secondo nel Bari di Antonio Conte, ha scelto di lasciare l’Italia per giocare la Champions League dell’Oceania con la maglia dei campioni di Vanuato dell’Amicale FC (assieme all’ex Foggia, Salernitana e Novara Rijat Shala, a Roberto Polli, a Marcomattia Nasali, Francesco Perrone, e ai due triestini Nicola Princivalli e Massimiliano Lionetti, con Marco Bianchini in panchina) e successivamente il Campionato Maltese con lo Gżira United.

LEGGI ANCHE: Giacomo Ratto, un italiano a Ulaanbaatar

Toscano, cresciuto nel Piacenza, già attaccante di Scandicci, Buggiano e Riccione, Zini ha varcato i confini nazionali nel 2014, quando ha firmato per un’altra squadra maltese, il Msida SJ, prima di passare ai bulgari del Botev Vratsa. La scorsa stagione ha già vissuto una sfortunata avventura in Asia, con i filippini del Ceres-Negros FC, caraterizzata da un brutto infortunio al ginocchio.

Dalla prossima settimana saranno a disposizione del nuovo allenatore spagnolo Manuel Ratamero per l’inizio della Khurkhree National Premier League, con l’intenzione di rompere l’egemonia dell’Erchim.

Aumenta dunque la colonia degli italiani nel campionato calcistico della Mongolia, dopo Giacomo Ratto portiere giramondo del varesotto, che ha concluso quest’anno la sua esperienza nel paese di Gengis Khan è la volta di Boerchio e Zini, che terranno alti i colori dell’Italia a quasi nove mila chilometri di distanza dal nostro paese.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.