Proprio oggi, a due giorni dalle elezioni presidenziali, ad Alessandria d’Egitto, seconda città del paese, un’autobomba ha provocato la morte di due persone, una delle quali era un poliziotto. L’esplosione ha inoltre causato il ferimento anche di altri quattro agenti.

Al momento non ci sono ancora rivendicazioni, anche se in Egitto s’è subito pensato ad un video d’avvertimento pubblicato dall’ISIS un mese fa, e indirizzato a tutti i cittadini egiziani intenzionati a partecipare al voto presidenziale. Non va dimenticato come, nel Sinai, la guerriglia legata proprio all’ISIS stia conoscendo, in questo momento, una forte recrudescenza. Tuttavia non viene neppure esclusa la possibilità che la regia dell’attentato debba essere attribuita ai Fratelli Musulmani, destituiti dal potere e messi al bando proprio dall’attuale presidente al-Sisi, e col quale intendono quindi vendicarsi.

La notizia dell’attentato è stata subito diramata dall’agenzia stampa NEMA oltre che da Nemr. Alcune foto non ancora verificate mostrano un’auto carbonizzata e molto fumo sul luogo dell’esplosione.

Di recente il presidente Abdel Fattah al-Sisi ha visitato le truppe egiziane impegnate nel Sinai nella lotta all’ISIS, affermando che a breve quest’ultimo sarà definitivamente sconfitto. Al-Sisi è dato come largamente favorito nella competizione elettorale che si terrà fra due giorni, e il suo principale sfidante è un suo ex sostenitore. Secondo i più critici, però, le sue riforme economiche potrebbero avere almeno in parte eroso la sua inizialmente vastissima popolarità.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.