CONDIVIDI
Nigel Farage

Farage ha elogiato la ferma maturità mostrata da Putin non espellendo i diplomatici americani in risposta all’ennesima, infantile, provocazione da parte di Obama. E sostiene che non vede l’ora che Trump rimpiazzi Obama.

Obama nelle ultime ore ha espulso 35 diplomatici russi con le proprie famiglie, come ritorsione per la presunta ingerenza russa nelle elezioni americane. Ingerenza di cui non è stata fornita alcuna prova, e che è stata liquidata come una sciocchezza sia da Trump che da Putin.

Il presidente russo si è rifiutato di espellere i diplomatici americani, come suggerito dal ministero degli esteri, per non “abbassarsi al livello di questa diplomazia da bettola.”

Trump ha espresso rispetto e ammirazione per la scelta di Putin: “ho sempre saputo che era molto intelligente.”

trump-da-ragione-a-putin

 

Putin ha anzi fatto gli auguri di fine anno sia a Obama che a Trump e al popolo americano, e ha auspicato che con l’anno nuovo, e la presidenza USA in mano al tycoon, le relazioni fra USA e Russia migliorino. Il presidente russo ha persino invitato al Cremlino i figli dei diplomatici russi, per celebrare assieme la fine dell’anno.
La reazione di Putin, che ha fatto balenare la possibilità di espellere i diplomatici, per poi rinunciare si è rivelata un colpo da maestro: ormai, in tutto il mondo, non si parla che di questo.

Massimiliano Greco

CONDIVIDI
Nato a Siracusa, si occupa prevalentemente di politica estera e strategia. Ha scritto "Battaglia per il Donbass" (Anteo Edizioni, 2014) https://pagineirriverenti.wordpress.com/

LASCIA UN COMMENTO