Un enorme carico di droga dell’Isis è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza nel porto di Genova. Oltre 37 milioni le pastiglie provenienti dall’India, destinate, dopo lo scalo in Italia, ai porti libici di Misurata e Tobruk.

Il farmaco, noto come Tramadol o Contramal, il cui principio attivo è il tramadolo cloridrato, in grado di anestetizzare il dolore e lenire la stanchezza, era stipato in tre container, nascosto sotto un carico di tessuti.

La Procura distrettuale di Genova sta indagando per il reato di falso con l’aggravante delle finalità terroristiche. Della destinazione degli oppioidi ai fondamentalisti ha parlato espressamente il procuratore capo Francesco Cozzi che ha definito “importante” l’operazione “perché ha consentito di tagliare una quota di finanziamento alle organizzazioni terroristiche”.

Il carico, il cui contenuto era stato cancellato dai documenti durante lo scalo in Sri Lanka, avrebbe fruttato 75 milioni di euro, se si considera il prezzo medio di vendita di ogni singola compressa: 2 euro.

Il Tramadol è legale in Italia e vendibile solo previa prescrizione medica. Non lo è, invece, in Libia e Iraq, dove i guerriglieri lo utilizzano durante gli scontri in sostituzione di altre droghe.

Già noto è il Captagon.

La “droga” rinvenuta nei covi dei jihadisti in Europa, è un cloridrato di fenetillina, un composto di anfetamina e altre sostanze stimolanti. Chi la assume può non mangiare o dormire per giorni, ed è pervaso da un senso di onnipotenza e di invincibilità.

Siringhe con tracce di Captagon sono state trovate nella casa di uno degli attentatori di Parigi e nel sangue di uno dei terroristi di Sousse, Tunisia.

La fenetillina, il principio attivo di questa droga, fu sintetizzata dalla società tedesca Degussa AG nel 1961 ed utilizzata per circa 25 anni nel trattamento dei bambini affetti da ADHD, Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività. Questa sostanza è stata successivamente vietata in molti paesi a causa dei suoi effetti collaterali.

Le pillole assunte in grande quantità dagli uomini del Califfo, nella composizione attualmente conosciuta, sarebbero state create nel 2011 in alcuni laboratori in Bulgaria, paese membro della Nato.

Un altro stimolante molto usato è il Modafinil, creato per curare la narcolessia, in grado di prolungare il numero di ore di veglia fino a 48 ore.

Fu somministrato per la prima volta ai piloti dell’Air Force americana nel 2003 in occasione dell’invasione in Iraq. L’utilizzo di anfetamine tra i soldati americani in Afghanistan è emerso anche dall’inchiesta sulla strage nei pressi del campo di Tarnak Farms, vicino a Kandahar, nel 2002, quando il pilota di un F-16 statunitense uccise con “fuoco amico” quattro soldati canadesi.

Tarnak Farms è dove Osama Bin Laden conobbe Nasir Abdel Karim al-Wuhayshi, successivamente divenuto suo segretario personale e capo di Al Qaeda nella penisola yemenita, insieme a Qasim al-Rayami.

L’Italia si conferma un crocevia importante per il traffico di stupefacenti diretti in Libia ed Iraq. Recentemente, infatti, gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente a funzionari dell’Agenzia delle Dogane – Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – hanno individuato e sequestrato un ingente carico di cocaina purissima nel porto di Gioia Tauro.

Lo stupefacente è stato rinvenuto all’interno di un container che trasportava pollo congelato, proveniente dal Brasile e destinato al porto iracheno di Umm Qasr.

La cocaina sequestrata, suddivisa in 23 panetti, per un totale di 25,660 kg,  avrebbe fruttato circa 5 milioni di euro.

UN COMMENTO

  1. Ecco i traffici loschi dell’Isis e dei loro accoliti…e poi di dichiarano musulmani …. traffici loschi, ladrocinio, droghe, tutte cose vietate categoricamente dal Corano, e inoltre il Corano vieta soprattutto avere redditi da traffici loschi come questi… haram ( illecito) e’ anche avere introiti da attività criminali … assolutamente Haram ….
    Questi assassini si vede chiaramente che non sono musulmani ma manovrati dai loro padrini sauditi i principali miscredenti del mondo.
    Alp Arslan

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.