Il Messico mette a zittire le polemiche dell’infiammata semifinale contro Panama e con una prova di forza supera con un comodo 3-1 la sopresa Giamaica.

Si gioca a Philadelphia e accorrono 70 mila spettatori che ammirano il gran gol di Andrés Guardado grazie ad un tiro al volo imparabile per Ryan Thompson. 

Nel secondo tempo il protagonista, in negativo, è il difensore giamaicano Michael Hector: prima perde un pallone davanti all’area di rigore e permette all’attaccante messicano Jesús Corona di battere a rete e poi replica con una doppia topica che mette su un piatto d’argento il gol di chiusura di Oribe Peralta.

Inutile e tardivo il gol del subentrante Darren Mattocks, utile solo per i tabellini.

Per i messicani è il decimo trionfo continentale, con tre Campionati Concacaf (1965, 1971, 1977) e sette Gold Cup/Copa de Oro (1993, 1996, 1998, 2003, 2009, 2011 e 2015).

Il Messico sarà ora impegnato in una gara di playoff contro gli Stati Uniti (quarti dopo la sconfitta nella finalina con Panama) per decidere quale squadra Concacaf parteciperà alla prossima Confederation Cup che si giocherà in Russia nel 2017. Gli statunitensi hanno infatti vinto l’edizione 2013 della Gold Cup.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.