Maria Elisabetta Alberti Casellati

Maria Elisabetta Alberti Casellati si è intrattenuta per circa tre quarti d’ora nel palazzo del Quirinale. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha conferito il mandato esplorativo, che consentirà al Presidente del Senato di trovare la quadra per mettere d’accordo i partiti e formare un governo.

L’ex magistrato, berlusconiana di ferro, è il quinto presidente del senato della storia repubblicana a ricevere l’incarico. Alla stampa la Casellati ha ringraziato pubblicamente il Capo di Stato, in seguito ha precisato che gli incontri con i leader di partito avverranno in tempi molto brevi e che il presidente Mattarella sarà costantemente aggiornato della situazione.

Una conferenza stampa quella della Casellati molto breve, sintomo che la politica italiana è ancora in alto mare. Il Segretario Generale Ugo Zampetti ha introdotto le dichiarazioni del presidente del Senato, spiegando che entro venerdì la Casellati riferirà al Quirinale le sue impressioni sulla possibilità che il centro-destra e il Movimento Cinque Stelle possano formare un governo.

***

Il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati è stata convocata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale verso le ore 11.

L’ipotesi più concreta è che il Capo di Stato le conferirà il mandato esplorativo: una prassi comune alla Storia della Repubblica, che ha visto assegnare il pre-incarico finora a quattro presidenti del Senato (Marzagora, Fanfani, Spadolini, Marini) e tre della Camera (Leone, Pertini, Iotti).

Difficile leggere le intenzioni di Mattarella e i retroscena che hanno fatto propendere per l’assegnazione del pre-incarico. Potrebbe essere un semplice esercizio di dialogo istituzionale, esercitato dal Capo di Stato o di quel nome unitario del quale Salvini parlava nei giorni scorsi e che sarebbe stato indicato dalla Lega. Difficile anche dire se un nome del genere possa davvero unire il Centrodestra con i Cinque Stelle, mentre l’alleanza con il PD è un’ipotesi che Salvini, stando alle sue dichiarazioni, non avrebbe mai preso in considerazione.

Il profilo di Alberti Casellati

Maria Elisabetta Alberti Casellati con l’elezione del 24 marzo scorso è la prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente del Senato.

Nata a Rovigo è Avvocato divorzista, eletta nel Consiglio superiore di magistratura nel 2014, nel 1994 è stata eletta per la prima volta con Forza Italia, e poi riconfermata negli anni a seguire con il Popolo della Libertà e poi di nuovo con Forza Italia.

Nei governi guidati da Berlusconi ha ricoperto due volte il ruolo di sottosegretario (al ministero della Giustizia e della Salute). A settembre 2014 il Parlamento l’ha eletta come componente del Consiglio Supremo della Magistratura.

Qualche anno fa hanno fatto rumore le sue posizioni sulle unioni civili, espresse durante un convegno sulla famiglia tenutosi nel 2016: “La famiglia non è un concetto estensibile. Lo Stato non può equiparare matrimonio e unioni civili, né far crescere un minore in una coppia che non sia famiglia. Le diversità vanno tutelate ma non possono diventare identità, se identità non sono”.

Casellati ha definito la sua elezione “un onore e una responsabilità che sento doveroso condividere proprio con tutte le donne che con le loro storie, azioni, esempio, impegno e coraggio hanno costruito l’Italia di oggi. Un grande Paese democratico e liberale in cui nessun obiettivo, nessun traguardo è più precluso”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome