russia idlib

La guerra in Siria non è finita, nonostante la conquista di fondamentale importanza, nelle scorse settimane, della città di Deir Ez-Zour.

Le operazioni della Russia, in collaborazione con l’esercito siriano, gli Hezbollah e l’Iran si sono intensificate nella zona nord-occidentale del paese. Nella notte tra lunedì e martedì sono stati lanciati dieci ordigni sulle postazioni dei terroristi, che con il fronte Al-Nusra, Ahrar-al-Sham hanno occupato la cittadina a sud-ovest di Aleppo dal 2015.

Adesso la città che conta ancora circa centomila abitanti è rimasta in mano al gruppo terroristico di Tahrir al-Sham, formatosi nel 2017 per mano di alcuni leader di Ahrar al-Sham che hanno fuso il loro gruppo con quello di Al-Nusra e altri gruppi di formazione salafita e hanno cacciato vita ciò che rimaneva di Ahrar al-Sham. Anche l’organizzazione sociale di questi jihadisti è basata sull’istituzione del Califfato, così come l’ISIS.

Come al solito la stampa “araba” favorevole alle petromonarchie così come diverse agenzie e testate occidentali hanno rivolto i loro peana nei confronti di Mosca, accusandola di bombardare gli ospedali e di aver ucciso alcune decine di feriti.

Il portavoce del Ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov ha però chiarito alla stampa che le operazioni dell’aviazione sono avvenute molto lontano dagli insediamenti civili e che gli obiettivi colpiti da Mosca contenevano rifornimenti e armi usate dai terroristi nell’aggressione del 18 settembre scorso contro gli appostamenti della polizia militare della Federazione Russa nella provincia di Ham.

“Il cosiddetto Osservatorio per i Diritti Umani in Siria” ha dichiarato il portavoce, “ha testimoni che rimangono sempre anonimi e le sue dichiarazioni servono come copertura mediatica alle azioni di Al Nusra.

 

 

2 COMMENTI

  1. ……la Russia si sta’ muovendo come occorre ….stanando i terroristi come bisogna !!!….inutile le critiche dell Occidente e Stati Uniti ….Italia fuori dalla Nato…

  2. Il cosiddetto Osservatorio per i Diritti Umani in Siria e’ una organizzazione di supporto ai terroristi di Al Nusra Al Aqida e Isis … sono terroristi travestiti da giornalisti.
    La Russia ha fatto bene e deve continuare cosi … radere al suolo ogni luogo dove si insediano terroristi e criminali simili.
    E’ ora di finirla con questi finti proclami “umanitari” …
    E’ ora di chiudere definitivamente la partita con questi assassini

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome