Mercato dell'auto

Secondo i primi dati pubblicati relativi alle immatricolazioni e vendita di auto nel mese di agosto, il settore automobilistico ha messo la freccia, uscendo definitivamente dalla crisi e facendo registrare, nel mese centrale estivo, un incoraggiante +9,46% di vendite rispetto allo stesso mese dello scorso anno, periodo che già aveva fatto segnare incrementi significativi.

Traducendo queste percentuali in numeri, nel mese di agosto sono state vendute 91.551 unità, rispetto alle 83.638 dello stesso mese del 2017. Confermato il trend positivo che era stato riscontrato a luglio, dove la crescita era stata del 4,68%, dati che permettono di far respirare un settore che nei primi mesi dell’anno aveva registrato un’importante flessione di vendite.

Alla fine di agosto sono state 1.365.947 le vetture immatricolate, con una flessione dello 0,07% rispetto allo stesso periodo del 2017, ma gli analisti certificano che il trend positivo avrà una scia anche nell’ultimo quadrimestre, facendo così chiudere il 2018 con numeri positivi per tutto il settore.

Tra i trend che hanno caratterizzato le vendite nel mese di agosto c’è stata la ripresa della commercializzazione delle vetture diesel, ma il balzo in avanti più significativo è quello messo a segno dal noleggio a lungo termine. Questo settore sta facendo segnare risultati in crescita esponenziale, grazie anche alle nuove soluzioni di noleggio a lungo termine per privati, che vanno ad affiancarsi a quelle disponibili da tempo per aziende e possessori di partita IVA. Un numero sempre maggiore di persone stanche delle pratiche, delle spese e dei costi di manutenzione, si affidano ai servizi di noleggio offerti da aziende come Brumbrum, uno dei punti di riferimento nel settore del noleggio a lungo termine, che mette a disposizione l’auto dei propri sogni, senza anticipo e senza pensieri. Soluzioni pratiche e veloci per guidare auto sempre nuove, controllate periodicamente al fine di garantire un’elevata sicurezza di guida, dalla city car, alla wagon, ai SUV, noleggiabili con una comoda rata mensile omnicomprensiva.

Sviscerando nel dettaglio i dati relativi al mese di agosto, troviamo che, per quanto riguarda i principali marchi del settore auto, Fiat Chrysler Automobiles fa registrare una crescita complessiva del 2,6%, con una quota annuale del settore del 27,1%. Risultati positivi che sono stati possibili grazie all’incremento del 66% delle vendite di Alfa Romeo, e al piazzamento di sei vetture nelle prime dieci della classifica delle vendite. Anche Jeep fa segnare il miglior dato storico di vendite, facendo registrare un +6,2%.

Come sopra indicato, il vero dato principe del settore è quello riguardante il noleggio, che ad agosto fa segnare un +31,3% di crescita. Cresce il campo del noleggio a lungo termine, anche tra i privati, con un +35%, mentre quello a breve termine fa segnare una flessione del 17,5%. Da segnalare inoltre il ritorno alla crescita per le vetture diesel, dopo aver registrato sei mesi di cali consecutivi ad agosto le consegne sono aumentate del 6%.

L’analisi dei dati permette di definire che il mercato italiano dell’auto continua a essere sostenuto dalla domanda di sostituzione dei veicoli, generata da un parco vetture circolante secondo in Europa solo a quello della Germania. Modesta è invece la quota, ma comunque significativa, di nuove motorizzazioni, con un parco mezzi circolante che di anno in anno continua ad aumentare.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.