“Ragazzi, Salerno è al palo. Sono stufa di vedere gente scontenta. Ho deciso: mi candido. E’ iniziata così, poco prima delle 14, sul social Facebook, la scalata a sindaco di
Salerno di Martina Castellana, medico, trans, già consigliere provinciale salernitano del Pdl.

170851100-9542fc78-1b5e-4b27-abd5-2236222e3cc1

“Niente partiti, dietro di me, nessun onorevole o senatore. Mi presenterò con una lista civica perché l’unica politica è la partecipazione di tutti”, spiega l’ex presidente della Commissione provinciale pari opportunità, una delle prime transgender ad aver ottenuto, in Italia, la rettifica dei dati anagrafici (l’aggiunta del nome Martina) pur non essendo operata.

La responsabile del primo consultorio di genere in Italia e dermatologa dell’Asl, si è separata recentemente dall’uomo che aveva sposato lo scorso anno, a Londra, “perché lui non voleva adottare e questo per me non è amore”.

La pupilla di Edmondo Cirielli, ex fedelissimo di Gianfranco Fini e padre della legge sui termini di prescrizione dei reati, cita Gogol per descrivere lo stato in cui versa la città amministrata per anni da Vincenzo De Luca: “Prima di scrivere le Anime morte, sono sicura che sia passato a Salerno”.

Nei prossimi giorni, annuncerà il nome della lista. “Sono sicura che Salerno è pronta a cambiare ed anche ad avere un sindaco transgender, conclude, del resto lo sono sin dal 2010 e qui non ho mai avuto alcun problema”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.