Innanzitutto, cos’è questo Giorno della Vittoria di cui i russi parlano così spesso? E come mai in occidente non è festeggiato?

Il Giorno della Vittoria è una festa che commemora la capitolazione della Germania hitleriana all’Unione Sovietica alla fine della seconda guerra mondiale, ed è conosciuta in Unione Sovietica prima, in Russia poi come la Grande Guerra Patriottica.

Russia-Victory-Day

La sera dell’8 maggio (il 9 in URSS a causa del fuso orario) del 1945, infatti, la Germania firmò la resa incondizionata. Il governo sovietico ha annunciato la vittoria il 9 maggio, dopo la cerimonia della firma a Berlino.

Le potenze occidentali avevano comunque firmato il 7 maggio 1945, a Reims, ma l’accordo divenne effettivo solo l’8 maggio. Questa data è comunemente indicata come il Giorno della vittoria nella maggior parte dei paesi dell’Europa occidentale, anche se, in maniera decisamente significativa, viene celebrato il giorno della liberazione a opera dei soli angloamericani, vale a dire il 25 aprile.

Stalin era dispiaciuto e perciò insistette che il protocollo di Reims dovesse essere considerato soltanto preliminare, e che la cerimonia ufficiale si dovesse tenere a Berlino.

In Germania Est, l’8 maggio è stato osservato come “Festa della Liberazione” nel periodo che va dal 1950 al 1966, ed è stato celebrato di nuovo nel suo 40° anniversario e cioè nel 1985. Nel 1975 il “Giorno della Vittoria” venne celebrato il 9 maggio. Dal 2002, lo stato tedesco del Meclemburgo-Pomerania Anteriore ha osservato un giorno di commemorazione conosciuto come il “Giorno della Liberazione dal nazionalsocialismo, e la fine della seconda guerra mondiale”.

9 maggio 2

In Russia si tratta di una celebrazione molto sentita e di stampo patriottico, con tanto di parata militare. Dall’anno scorso, l’occidente boicotta i festeggiamenti del 9 maggio in Russia per protestare contro il rifiuto di Mosca di lasciare che l’Ucraina, e la Crimea in particolare, finissero sotto il controllo della NATO. Diversamente hanno fatto i leader degli altri paesi.

Massimiliano Greco

2 COMMENTI

  1. Senza la UNIONE SO IETICA LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONTRO I NAZISTI NON SI SAREBBE VINTA.
    Questa è l’unica verità .

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome