Il premier indiano, Narendra Modi, ha annunciato che i BRICS hanno approvato all’unanimità la Dichiarazione di Goa. La dichiarazione prende il nome dal luogo in cui è stata redatta: l’isola di Goa, in India.

Putin ha ribadito la necessità di lavorare tutti assieme per sconfiggere il terrorismo.

Modi è stato altrettanto netto: “A coloro che si nutrono della filosofia del terrore e cercano di demoralizzare l’umanità, dobbiamo inviare un messaggio chiaro.”

Questo era l’ottavo vertice dei BRICS (cioè Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica). Al vertice hanno partecipato anche Paesi non membri, come il Nepal, e il Myanmar.

La risoluzione condanna con forza i recenti attacchi terroristici in India e altre nazioni, e chiede a tutti i paesi di impegnarsi per prevenire “azioni terroristiche” che partano dal proprio territorio.

Si invitano inoltre tutte le nazioni ad adottare un approccio globale nella lotta al terrorismo, l’estremismo violento, la radicalizzazione, il reclutamento, lo spostamento dei terroristi, e a bloccare le fonti di finanziamento del terrorismo.

La dichiarazione chiede inoltre a tutte le nazioni di lavorare insieme per accelerare l’adozione della Convenzione globale sul terrorismo internazionale nell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, senza ulteriori ritardi.

“Condanniamo fermamente i recenti numerosi attacchi, contro alcuni paesi BRICS, compresi quelli in India. Condanniamo fermamente il terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni. Non può esserci alcuna giustificazione per il terrorismo, qualunque siano le ragioni: ideologiche, religiose, politiche, razziali, etniche o altre ancora.

Abbiamo deciso di rafforzare la cooperazione nella lotta al terrorismo internazionale, sia a livello bilaterale che nelle sedi internazionali” recita uno tralcio della Dichiarazione.

“La lotta vittoriosa contro il terrorismo richiede un approccio olistico. Tutte le misure antiterrorismo devono rispettare il diritto internazionale e i diritti umani” continua.

Sottolineando il ruolo centrale delle Nazioni Unite nel coordinamento degli approcci multilaterali contro il terrorismo, i paesi BRICS hanno invitato tutte le nazioni a intraprendere l’effettiva applicazione delle pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, e hanno ribadito il loro impegno ad aumentare l’efficacia dell’azione antiterrorismo delle Nazioni Unite.

Nella dichiarazione, i BRICS hanno riaffermato l’impegno sul contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo e la sua proliferazione.

Massimiliano Greco

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome