Putin: “Kiev fa ricorso alla pratica del terrorismo invece di cercare di risolvere pacificamente la crisi ucraina.”

Putin ha commentato così il rapporto del’FSB in cui il servizio segreto russo mostra come ha sventato gli attacchi terroristici in Crimea organizzati dai servizi segreti ucraini, e costati la vita a un militare russo.
L’Ucraina sta “giocando un gioco pericoloso”, ha detto Putin. Un gioco “stupido e criminale. Mosca non può chiudere un occhio sulla morte di propri militari uccisi durante le operazioni speciali per prevenire attacchi terroristici in Crimea.”

Da un nostro precedente articolo, ecco quanto dichiarano i servizi segreti russi: “un gruppo di sabotatori è stato avvistato durante la notte del 7 agosto nei pressi della città di Armyansk (nella Repubblica di Crimea) grazie al lavoro di indagine”, ha dichiarato l’FSB, uno dei servizi segreti russi, sul proprio sito web.

Uno dei terroristi arrestati dai russi
Uno dei terroristi arrestati dai russi

“Un ufficiale del’FSB è stato ucciso in uno scontro a fuoco coi terroristi, che sono stati detenuti. Sono stati trovati venti ordigni esplosivi improvvisati, contenenti l’equivalente di più di 40 chilogrammi di tritolo; poi munizioni, bombe magnetiche, granate e armi speciali standard, delle forze armate ucraine.”

Secondo i servizi segreti russi, gli attacchi erano pensati per colpire le infrastrutture e le strutture chiave della penisola.

“L’obiettivo degli atti di sabotaggio e di terrorismo era quello di destabilizzare la situazione socio-politica prima e durante l’elezione di autorità federali e regionali” ha dichiarato l’FSB.

“Una rete di agenti creata dal Ministero della principale agenzia di intelligence ucraina è stata eliminata.”

Massimiliano Greco

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome