italiane europa juventus

Sono sei in tutto le squadre italiane che a febbraio rappresenteranno il nostro paese nelle due coppe europee. Se per la Juventus il match contro il Porto non appare una grande minaccia, per la Lazio e l’Atalanta, gli scontri contro Real Madrid e Bayern Monaco sembrano nettamente più proibitivi e potrebbero assumere il “sapore” dell’impresa. Abbastanza positivo, invece il sorteggio in Europa League per Roma, accoppiata con i portoghesi del Braga, Milan che affronterà la Stella Rossa di Dejan Stankovic e il Napoli, che giocherà l’andata a Granada, in Spagna, il 16 febbraio e il ritorno il 25 febbraio al Diego Armando Maradona.

Round of 16 draw ✅Most exciting tie? 🤩#UCLdraw | #UCL

Posted by UEFA Champions League on Monday, December 14, 2020

Atalanta e Lazio chiamate all’impresa, la Juve cerca conferme in Portogallo

I sorteggi per le competizioni europee celano sempre grande fascino e incidono senza dubbio sul prosieguo di tutta la stagione. Quest’anno, a differenza di altre stagioni, dice male, molto male alla Lazio, non meglio all’Atalanta, bene invece per la Juve per ciò che riguarda la Champions. I biancocelesti dovranno affrontare i campioni uscenti del Bayern Monaco, doppio confronto che appare un’impresa che sicuramente inciderà sul cammino degli uomini di Inzaghi, sia prima del doppio confronto, sia successivamente. Discorso simile per l’Atalanta, che affronterà il Real Madrid di Zidane, alla ricerca della sua quarta Champions, per staccare Ancelotti e Bob Paisley con cui detiene l’attuale record. La Juventus, dal canto suo gioca più contro se stessa che con gli avversari, giocando sempre e comunque da favorita, a parte forse contro Real, Bayern e City. La squadra di Pirlo viene infatti considerata da esperti di quote e scommesse di Betway al 12 gennaio, come fra le prime tre candidate alla vittoria dello scudetto, a quota 3,00, e fra le prime otto favorite all’accesso della finale di Champions League. I bianconeri devono confermare su tutti i fronti la crescita vista da fine dicembre, e il palcoscenico europeo è dove la squadra a “marchio” Jeep deve fare il salto di qualità. Lazio e Atalanta non avranno nulla da perdere, avranno invece molto da guadagnare, considerando che le due avversarie sono fra le squadre più presenti nelle semifinali di Champions da oltre vent’anni e valutando il premio per il passaggio del turno: l’accesso ai quarti vale ben 10,5 milioni di euro.

🔥 Round of 32 draw! 🔥 Which game are you most looking forward to? 🤔 #UELdraw

Pubblicato da UEFA Europa League su Lunedì 14 dicembre 2020

Europa League: Napoli, Roma e Milan con i favori dei pronostici ai sedicesimi

Se in Champions due esiti del sorteggio su tre sono stati accolti con preoccupazione dai tifosi di calcio italiani, lo stesso non si può dire per gli accoppiamenti dell’Europa League. Il Napoli, che deve innanzitutto ritrovare sé stesso e la propria convinzione in campionato, affronterà gli spagnoli del Granada, non brillantissimi in Liga, ma conosciamo la tradizione delle spagnole in Europa League negli ultimi dieci anni. L’andata si disputerà in terra spagnola il 16 febbraio, al Nuevo Estadio de Los Cármenes, mentre il ritorno una settimana dopo il 25 febbraio al Diego Armando Maradona di Napoli. Un doppio confronto che impensierisce più per l’attitudine attuale del Napoli, che per l’avversario, nettamente più modesto dei partenopei almeno sulla carta. Leggermente più impegnativo rose alla mano, l’impegno della Roma di Fonseca, impegnata nel doppio confronto con il Braga, squadra stabilmente nelle prime cinque posizioni della serie A portoghese. Il Milan affronterà invece un club dal passato glorioso, ma che fa i conti con un recente trascorso con problemi societari gravi: la Stella Rossa. Il motivo di maggiore interesse della sfida è sicuramente la presenza di Dejan Stankovic sulla panchina dei serbi, con i quali ha già conquistato uno scudetto: per lui sarà un derby personale contro i rossoneri, avendo giocato e vinto per anni con l’Inter.

Le speranze per i colori italiani sono riposte soprattutto nella Juventus di Pirlo in Champions League e nel Napoli e nella Roma, chiamate dopo anni a confermarsi in campo europeo. Lazio e Atalanta dovranno utilizzare il proprio entusiasmo e un po’ di incoscienza per limitare la differenza tecnica contro due colossi come Bayern e Real Madrid. Il discorso è leggermente diverso per il Milan: lanciato in modo determinato in campionato, da record fino a dicembre, potrebbe decidere in corso d’opera di dedicare meno risorse per l’Europa League, favorendo un accesso alla Champions che è più in linea con le aspirazioni e il blasone del club di Milano.

* Articolo scritto in collaborazione con MB Peco Medija

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome