CONDIVIDI

Il governo ha autorizzato il ricorso alla fiducia sulla legge elettorale per blindare il Rosatellum bis alla Camera. Nel Pd ha prevalso la paura dei franchi tiratori.

“Il presidente Gentiloni, ha spiegato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, ha detto fin dal giorno del suo insediamento che questo Governo avrebbe cercato di facilitare la discussione tra i partiti e in Parlamento e di sollecitare l’approvazione di una legge elettorale e questo è quello che abbiamo fatto”. Per Finocchiaro “il Governo è stato coerente con il ruolo che ha svolto in tutti questi mesi”.

Il ministro, nell’annunciare la fiducia tra le proteste vibranti soprattutto dei deputati del M5S, ha specificato in Aula che viene posta sui primi tre articoli dei cinque di cui si compone il testo base della legge elettorale. Le prime due fiducie sui primi due articoli del Rosatellum bis saranno votate domani, a partire dalle ore 15.45. La terza ed ultima fiducia si voterà invece giovedì, mattina, poi si passerà alle votazioni senza fiducia con l’esame degli emendamenti e di seguito vi saranno i voti sugli ordini del giorno nel pomeriggio di giovedì. Il voto finale sulla legge elettorale è previsto per la serata di giovedì. Quest’ultima votazione è “secretabile” in base al regolamento di Montecitorio.

Forza Italia non voterà le fiducie ma dirà sì al voto finale. Ad annunciarlo è stato Silvio Berlusconi. “Non è la legge che sognavamo, ma dato lo scenario attuale riteniamo che questo compromesso sia il miglior risultato possibile. E proprio perché questo sistema scontenta un po’ tutti, pensiamo che questa volta si possa arrivare al traguardo”. Lo scrive in una nota il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, assicurando che il suo partito pur non partecipando “ai voti che riguarderanno le fiducie chieste dall’esecutivo” dirà “sì, con convinzione, in modo compatto e leale, al voto finale”.

Di avviso diametralmente opposto il M5S. “Da domani iniziano i voti di fiducia in Aula alla Camera. Poi il voto finale sarà segreto. Più faremo pressione in piazza, più quel voto segreto potrebbe far saltare la Legge. Noi dentro, voi fuori. E’ il momento di fermare questa vergogna. Pacificamente, ma come popolo”, scrive Luigi Di Maio sul blog di Grillo, chiamando a raccolta i militanti per una manifestazione a Roma contro la legge elettorale in programma alle 13 a piazza Montecitorio.

Anche la Sinistra scenderà in piazza domani contro la fiducia chiesta dal governo per approvare il Rosatellum Bis. “Stiamo ragionando assieme a tante forze di sinistra, annuncia Arturo Scotto (Mdp), per manifestare domani al Pantheon, alle 17,30, contro questa decisione del governo di mettere la fiducia”.

 

 

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@opinione-pubblica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here