lettonia euroscettici

La Lettonia si risveglia anti-sistema: le elezioni politiche per il parlamento del paese baltico ha determinato la vittoria del partito social-democratico Armonia, che ha riconfermato i seggi ottenute alle scorse politiche di 4 anni fa.

Tuttavia è l’affermazione del nuovo partito Kam pieder valsts? (KPV LV) “Di chi è lo stato?” partito nato soltanto due anni fa e che ha messo in discussione l’appartenenza della Lettonia all’Unione Europea e all’euro, ottenendo circa 15 seggi nella Saeima, l’unica camera della repubblica lettone.

Riga è entrata soltanto 4 anni fa nell’euro, ma ha già visto crollare la fiducia nella moneta unica, nonostante i dati economici siano positivi.

Affermazioni importanti anche per il Nuovo Partito Conservatore e i Liberali, mentre crollano i partiti Unità e i Verdi. I partiti lettoni saranno ora costretti a dialogare con Armonia per provare a formare un governo. In passato il partito social-democratico era stato escluso dal governo conservatore per le sue posizioni filorusse.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.