Ormai lo possiamo dire con certezza: 66th and 2nd è sinonimo di grande qualità. Grandissima qualità. Dopo averci regalato la perla del libro Michael Jordan, la vita di Roland Lazenby, ci propongono quest’altro voluminoso tomo dedicato a George Best, scritto da Duncan Hamilton.

Come già per il libro jordanesco, il Best di Hamilton è introspezione psicologica del carattere e degli umori del più grande talento irlandese del mondo del calcio.

Hamilton sfida se stesso: è un grande tifoso di Best, un ammiratore a tutto tondo, ma ci presenta anche il George più oscuro, più negativo. L’Autore incontra e si scontra con la figura, enorme, del grande numero 7 del Manchester United. A tratti la penna disegna le mirabili prodezze di Best con dovizia di particolari ed iperboli quasi agiografiche, dall’altra non dimentica i bassi della vita del campione. D’altronde, parlare di un giocatore così sregolato senza entrare in questa dicotomia radicale non era possibile. La sua biografia è sintomatica: è nato povero ed è morto in disgrazia ma ha vissuto da re del mondo, tra soldi, donne ed alcoolici. Ha vinto tanto, ma poteva vincere di più. Sul campo, però ha mostrato tutto. Forse, meglio così: l’empireo l’ha accolto come il grande che si è fatto e distrutto da solo. Una vita da immortale.

George Best, l’immortale
di Duncan Hamilton
66th and 2nd, 2015
492 pag., 25 euro
Per acquistare il libro: 66th and 2nd

Responsabile delle pagine sportive. Nato a Trieste, ha scritto "Con lo Spirito Chollima", "Patria, Popolo e Medaglie", "Vincere con Gengis Khan" e "Due a zero". Gestisce il blog "Chollima Football Fans"

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome