Matteo Salvini

Con un’infografica video a cura della Lega, Salvini annuncia i successi del Ministero degli Interni sulla questione migranti. Secondo il Viminale gli sbarchi nel 2019 sarebbero diminuiti di circa il 90% rispetto allo stesso periodo del 2018 (1 gennaio – 15 marzo) passando da 5945 a soli 335, una cifra record rispetto agli standard del nostro paese.

“Azzerati gli sbarchi, finita la mangiatoia” scrive trionfo il viceministro della Lega in un messaggio sul social network twitter.

Nel breve documento video vengono mostrati altri dati interessanti. Il numero di permessi di soggiorno per motivi umanitari sarebbero scesi dal 27 al 2%, mentre i dinieghi sarebbero giunto al 77% delle richieste. Anche le richieste pendenti sarebbero minori rispetto agli scorsi anni, nei primi tre mesi del 2019 si aggirano a soli 76.779.

Senza dubbio una grande vittoria per un partito come la Lega, che si è schierata da sempre contro l’immigrazione clandestina e contro la gestione delle richieste d’asilo adottata dai precedenti governi. La dura battaglia sul tema immigrazione con le opposizioni è tuttavia destinata a continuare: da un lato la Lega, che predilige la sicurezza al discorso umanitario, dall’altro lato della barricata coloro che danno grande priorità all’accoglienza come problema sociale primario, spesso a discapito delle vecchie lotte sociali della sinistra.

Per il momento il popolo italiano ha dato ragione alla Lega dandole la fiducia alle scorse elezioni politiche e alla maggior parte delle elezioni amministrative dell’ultimo paio d’anni. Un vero campanello d’allarme per chi come il Partito Democratico ha governato il paese negli ultimi anni e con Zingaretti, avrà il compito di riorganizzarsi dando un taglio netto con il passato.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]nione-pubblica.com.

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.