CONDIVIDI
Lody Embrechts

Nel precedente articolo sull’intricata vicenda legata alla morte di Kim Jong-Nam avevamo accennato ai misteri che circondano il gruppo “Cheollima Civil Defense” che ha pubblicato onlinea il video di Kim Han-Sol, figlio del fratellastro di Kim Jong-Un.

Per quanto il gruppo sia ancora nascosto nel totale anonimato, giungono importanti novità in merito, che riguardano l’Olanda. Stando infatti alla stampa dei Paesi Bassi e ad un documento messo online dallo stesso gruppo, a mettere in salvo Kim Han-Sol e il resto della famiglia sarebbe stata un’azione di Lody Embrechts, ambasciatore olandese a Seul, che in passato era stato ambasciatore anche a Kuala Lumpur. Embrechts avrebbe agito grazie all’iniziativa di Cina, Olanda, Stati Uniti e un quarto paese al momento sconosciuto.

Nel frattempo le autorità malesi hanno ufficializzato due importanti dichiarazioni. Innanzitutto il Ministro degli Esteri Anifah Aman ha dichiarato che Pyongyang ha chiesto una negoziazione per rompere l’impasse diplomatico e superare la crisi degli ultimi malesi bloccati in Corea del Nord; in secondo luogo il capo della polizia Khalid Abu Bakar ha ufficializzato che il corpo del deceduto è quello di Kim Jong-Nam (fino ad oggi, ufficialmente, era tale Kim Chon). Il riconoscimento sarebbe avvenuto grazie ad un neo sul viso.

LASCIA UN COMMENTO