Foto pubblicata sulla pagina facebook del Comitato Quartiere Vasto

Domenica ad alta tensione tra soldati e immigrati a due passi dalla stazione centrale di Napoli. Intorno alle 19, in via Firenze, angolo via Torino, una pattuglia di militari impegnati nell’operazione “Strade sicure” ferma un immigrato e scatta la rivolta. I soldati vengono accerchiati e aggrediti da un gruppo di immigrati che volevano impedire il fermo e l’arresto di uno di loro.

La scena è stata ripresa da un cittadino che ha pubblicato il video nel gruppo Facebook denominato “Comitato Quartiere Vasto” (https://www.facebook.com/groups/305031473269314/).

Nel post del video, il cittadino scrive: “Abbandonati e traditi!!!!!!!! Napoli, via Firenze. Pieno centro!!!! Dopo un normale controllo da parte dei militari impiegati nell’operazione “strade sicure”, scatta la rivolta da parte delle cosiddette risorse!!! Episodi come questi accadono ogni giorno nel nostro quartiere e tutti fanno finta di non vedere!!! ci sentiamo soli e abbandonati…Abbiamo paura per noi e per le nostre famiglie!!!! ora basta!!! Addirittura aggressione allo Stato!!”.

All’inizio del video si vede un uomo a terra (secondo alcuni testimoni una persona con problemi psichici o sotto l’effetto dell’alcol) con i militari intorno che lo controllano normalmente. Alcuni extracomunitari si avvicinano dal lato destro, ma vengono allontanati. Gli uomini in divisa sono cinque e sono armati. Un altro gruppo tenta di avvicinarsi dalla parte sinistra. I militari, mantenendo la calma, cercano di arginarli. Ma in pochi secondi gli assalitori diventano troppi. Un gruppo di giovani extracomunitari cerca addirittura di sottrarre il fermato ai soldati. A quel punto sale la tensione, con urla, fischi e spintoni.

“Abbiamo firmato una petizione che trovate sulla nostra pagina Facebook. I problemi qui sono tanti e sono quotidiani.  Questi immigrati sono abbandonati a loro stessi. E noi ci sentiamo abbandonati a noi stessi. Un destino paradossalmente comune. Oggi vedere l’esercito accerchiato ci ha fatto paura. Se neanche loro possono, aiutarci chi difende noi e le nostre famiglie? E chi aiuta questi ragazzi che vengono da Paesi lontani e non hanno un lavoro, una guida, uno scopo? Passano le loro giornate per strada e a volte basta poco per trasformare un controllo di routine in una rivolta. Sono saltate tutte le regole”, spiegano i cittadini del Comitato Vasto.

Via Firenze, dove è stato girato il video, è a pochi passi dalla Stazione centrale. In questa zona c’è una forte presenza di migranti. Da mesi i residenti denunciano l’insostenibilità della situazione.

Alcuni comitati antirazzisti e diversi esponenti dei centri sociali, dopo la pubblicazione del video, hanno accusato i militari di non aver “esitato a picchiare il migrante con calci e schiaffi come testimoniato da alcuni video e foto raccolte al momento dell’accaduto dalle persone presenti”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.