napoli romanzo di Maurizio Pagano

“Ricordi cari. Parlano di donne straordinarie che fortunatamente ho potuto conoscere. Due giovani, due mamme, due donne: una napoletana, una inglese. Due donne che si sono raccontate, si sono capite e accettate” per diventare poi protagoniste de “Le stagioni di un giorno”, l’ultimo romanzo di Maurizio Pagano, edito da Graus Editore.

La storia del viaggio inatteso, nato quasi per caso, di Marco alla scoperta di due donne e di due epoche lontane: una zia, una cugina e i rispettivi racconti di tempi oggi difficili da immaginare, con la Seconda Guerra Mondiale da una parte e la rivoluzione culturale inglese dall’altra.

Il racconto si muove tra gli scenari mozzafiato dello Yorkshire e una Napoli d’altri tempi, in un quartiere particolare, il Rione Luzzatti, dove l’autore ha trascorso tutta la sua infanzia e dove tutt’ora vive e che, non a caso, è stato scelto come location per la presentazione del romanzo, ottenendo, altresì, il patrocinio morale del Comune di Napoli.

Intrappolato tra le Torri Enel e gli edifici del Centro Direzionale della città, il Rione Luzzatti è lo stesso che fa da sfondo e simbolo alla storia di Lina e Lenù ne “L’amica geniale”, il best-seller internazionale di Elena Ferrante, fenomeno letterario oramai tradotto in più di 30 lingue.

Ad accompagnare Maurizio Pagano nella presentazione del suo nuovo libro, venerdì 29 settembre alle ore 18.30 presso la Biblioteca Andreoli, sita in v l’avvocato e scrittore Francesco Russo, Fabio Testa – dottore in Scienze Storiche e Rosa Cuccurullo – dottoressa in Lettere Moderne.

All’apertura, i saluti di Alessandra Clemente – Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli.

UN COMMENTO

  1. “Muore la parola appena pronunciata”. Cosi qualcuno dice.Io invece dico che comincia a vivere proprio in quel momento” Emily Dickinson. Auguri cugino caro. EMILIA

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome