CONDIVIDI
napoli sotto il vesuvio

Lunedì 4 dicembre, alle ore 17:30, il vicequestore aggiunto Paola Somma presenterà il suo primo libro “Sotto il Vesuvio – Diario di una donna commissario”, pubblicato da Graus Editore nella collana “Gli Specchi di Narciso”, presso la Sala Di Stefano del Palazzo delle Arti di Napoli (PAN), in via dei Mille n° 60.

In questo romanzo autobiografico, l’autrice racconta di come grazie alla grinta, alla tenacia e all’equilibrio psicofisico che contraddistinguono il suo profilo, riesce a diventare commissario di Polizia, pur essendo una donna. Un commissario che, in veste di autrice, offre spaccati di vita napoletana il cui filo conduttore sembra essere quello della violenza, della sofferenza, del dolore e degli abusi, i quali regnano sovrani nel mondo della prostituzione, nelle perverse dinamiche familiari, nei contesti di coppia, nelle vele di Scampia o nei vicoli di Forcella.

Durante la presentazione, insieme all’autrice, interverrà il Prof. Domenico di Marzio, docente di letteratura.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Gent.ma Opinione Pubblica,
    lascia purtroppo basiti questo “consiglio natalizio per gli acquisti” letterario di questo romanzo di una donna commissario, che svolge il suo lavoro a Napoli.
    Non contenti di tutto ciò, annunciate anche la data della presentazione del romanzo.
    Perché tutto ciò?
    Mi permetterei di ricordare, dato che il romanzo ne parla, della violenza però poliziesca avvenuta proprio nella città di Napoli il 17 marzo 2001, che anticipò poi i fatti genovesi del G8. Il 17 marzo 2001, definito dai giorni “un giorno terribile, avvennero delle violenze terribili delle cosiddette “forze dell’ordine” sui manifestanti contro il Global Forum dell’OCSE sulle nuove tecnologie.
    Gli agenti accusati, per avvenuti prescrizione, non subirono nessuna conseguenza per le loro azioni e come per Piazza Fontana e per le altri stragi fu che “nessuno è STATO”.

    Grazie per l’attenzione.

    Stefano Valsecchi

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@opinione-pubblica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here