All’indomani della delusione di Germania-Italia è già tempo di bilanci per noi tifosi azzurri. Cosa ci lasciano questi Europei? La consapevolezza che non siamo da buttare, la consacrazione di Antonio Conte fra gli allenatori top al mondo, la definitva ed indiscussa ascesa di Gianluigi Buffon al ruolo di numero uno di ogni tempo. Poi rimane tanto, forse troppo, calcio parlato e spesso poco capito. E poi, c’è questo libretto di Federico Mastrolilli, da non sottovalutare. Olio di canfora è la raccolta degli interventi di Federico nell’omonima trasmissione di Radio Popolare. Una guida sui generis, che racconta i paesi dell’Europeo, con afflato mistico, con una personalizzazione totale, quasi da diario. E, sostanzialmente, parlando poco, anzi pochissimo, di calcio. D’altronde Mastolilli è tra gli ideatori di quel geniale “spazio” internet che è Lacrime di borghetti, il punto di incontro tra follia, letteratura borderline e passione calcistica.

L’autore mette nero su bianco i suoi ricordi o le sue fantasia dei ventritre paesi dell’Euro francese (tralasciata per ovvi e banali motivi l’Italia), passando tra scrittori, bellissime ragazze, posti vissuti e sognati, bellissime ragazze, amori, bellissime ragazze, riflessioni filosofiche, bellissime ragazze e viaggi. Poi ci sono anche tante bellissime ragazze, ve l’avevo detto?

Solo in sottofondo passa il calcio, cioè il filo rosso di tutte le storie. Rosso, ma quasi trasparente, visto che c’è e non c’è. Ci sono i nomi mitici degli anni ’90 e dei primi 2000. C’è, forse, la spiegazione del ruolo di Cristiano Ronaldo in questo Portogallo. Ci sono i ricordi del 2006, con una finale vista a casa di uno sconosciuto. Ma si parla dello sconosciuto e di una bellissima ragazza, non della finale. C’è la Russia impersonata da Alena. O da Alenichev, non ricordo. C’è Piazza Ungheria, che serve a raccontare l’Ungheria. O ci sono i sogni di due albanesi che guardano la nostra Serie A e tifano Tare e Bogdani. Poi ancora il ristorante di Boban o quel “siamo tutti irlandesi” nato dopo il film su Michael Collins.

Si legge in circa quattro viaggi in treno da venticinque minuti. Ma resta per tanto tempo.

Olio di canfora
Un viaggio tra i paesi dell’Europeo
di Federico Mastrolilli
Edizione Incontropiede, 2016
127 pagine, euro 9,90
Per acquistare il libro contattare la casa editrice Incontropiede

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome