E’ notizia di questi giorni: il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha ricevuto a Baku una delegazione guidata dal CEO di SNAM, Carlo Malacarne. Per quest’ultimo si trattava della prima ma certo non dell’ultima visita in Azerbaigian, vista la mole degli affari trattati. Malacarne s’è subito detto altamente e favorevolmente impressionato dai grandi miglioramenti che Baku ha vissuto negli ultimi anni, e che ne hanno fatto una moderna capitale caucasica, ideale ponte fra l’Asia e l’Europa. Il suo obiettivo era la firma di un memorandum d’intenti fra la SNAM e la compagnia petrolifera di Stato dell’Azerbaigian, atto a prospettare una collaborazione di lungo termine che possa fruttare grandi ed ottimi risultati tanto all’Italia quanto al paese caucasico.

Com’è noto SNAM è una compagnia leader a livello europeo e pertanto ha molto da offrire alla società amica dell’Azerbaigian. Ci sono ampie possibilità di collaborazione, che possono sfociare nella definitiva ed auspicabile trasformazione dell’Azerbaigian in un fornitore di gas di tutta l’Europa. Ciò, tuttavia, può anche servire da volano per smuovere un ulteriore indotto, riguardante i settori più disparati. E’ pertanto un’occasione che ambedue i paesi devono tenere altamente in considerazione.

Sottolineando come il progetto del gasdotto dall’Azerbaigian all’Europa rappresenti indubbiamente una grande occasione per entrambi i partner, il Presidente Ilham Aliyev ha aggiunto che il suo paese manterrà sempre un ruolo d’assoluto rilievo e di totale affidabilità nel portare avanti un simile progetto. Il ruolo dell’Azerbaigian come fornitore di gas all’Europa è destinato pertanto a crescere sempre di più, proprio grazie ai progetti avviati e proposti da Baku e a cui le grandi aziende europee, a cominciare da quelle del nostro paese, hanno fin da subito dato il meritato rilievo.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]com.

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.