Mare ceduto ai francesi: bufala o verità? Facciamo chiarezza

Accordo Caen

Torna a far discutere la presunta cessione di sovranità marittima del nostro paese, che avrebbe scelto secondo alcuni di concedere alla Francia alcune zone del Tirreno quotidianamente battute dai pescatori italiani. Il nostro giornale ha seguito la storia dell'Accordo di Caen con assiduità dal 2016, ripercorriamone le tappe, smontando le fake news dei "cacciatori di bufale".

Cina e Fake News: per i media occidentali quella di Xi Jinping sarà una “presidenza a vita”

Secondo i media occidentali, con la riforma votata dal Congresso del Popolo, Xi Jinping adesso sarebbe già "presidente a vita". In realtà in Cina è stato solo abolito il limite dei due mandati, già assente in molte democrazie europee, dove infatti numerosi premier e presidenti hanno governato per decenni.

Siria, ad Afrin arriva la Brigata Liwa al Baquir

Siria, Brigata Liwa al Baquir

Afrin: Siria, arrivata la Brigata Liwa al Baquir, reparto avanzato e anticipatore delle Forze popolari siriane per la difesa della regione. L’accoglienza della popolazione. Cos’è la Brigata Liwa al Baquir.

Sudafrica, Jacob Zuma se ne va: ritratto del paese che si lascia alle spalle

I recenti cambiamenti politici che hanno coinvolto paesi come il Brasile, il Sudafrica e lo Zimbabwe lasciano pensare che sia in atto una controffensiva occidentale verso i BRICS e la politica cinese in Africa. Solo il tempo, però, ci dirà quanto concreta sia questa controffensiva e se veramente potrà avere successo.

Russia, presidenziali: il Partito Comunista dalla caduta dell’URSS a Grudinin

Grudinin

Storia degli ultimi vent'anni del Partito Comunista russo, da Zyuganov a Grudinin, che sfiderà Vladimir Putin alle presidenziali di marzo.

La diplomazia della Cina nel 2017. Un interessante bilancio

Cina nel 2017

La diplomazia della Cina segue una serie di direttive culturali e geopolitiche che costituiscono un netto distinguo rispetto a quella di altri paesi, pure importanti a livello internazionale.

Decreto “Salva Italia” ed aperture festive: un flop clamoroso

Torniamo indietro nel tempo: è l'anno 2012, e il decreto "Salva Italia", studio dei bocconiani decantato dall'allora Premier Mario Monti, secondo il quale le aperture domenicali avrebbero aumentato consumi e ed occupazione, viene approvato. Oggi, fine del 2017, l'ISTAT ne ha decretato il fallimento totale. Non solo non ha generato alcuna esplosione del PIL, come si pensava, al contrario, la disoccupazione non è affatto calata grazie al provvedimento del governo, che ha spalmato su sette giorni vendite e giro d’affari di sei giorni, sono aumentate le spese e si è arrivati ad organizzare turni di lavoro assolutamente assurdi ed irrazionali.

Alta tensione tra Damasco e Parigi: Assad replica a Macron

Mentre i negoziati di Ginevra sulla Siria sono fermi al palo, a Sochi la Russia si conferma interlocutore autorevole. Macron attacca Assad che replica. Il presidente francese, Emmanuel Macron: "Bashar è il nemico del popolo siriano. Il mio nemico è Daesh. Assad sarà lì, ci sarà perché è protetto da quelli che, sul terreno, hanno vinto la guerra". Assad risponde duramente: "Fin dall’inizio, la Francia è stata all’avanguardia nel sostenere il terrorismo in Siria. Coloro che sostengono il terrorismo non hanno diritto di parlare di pace, e tantomeno di interferire negli affari siriani"

Gomorra è diseducativa? Lo è di più la situazione economica reale

L'acceso dibattito sulla presunta pericolosità della serie televisiva Gomorra, ha diviso non solo i telespettatori. Di fronte alla violenza brutale c'è chi è a rischio di emulazione, chi ne è talmente inorridito che diventa più sensibile alla sofferenza dell'altro e chi invece non ne rimane influenzato. Può essere una produzione televisiva davvero così pericolosa, come ha sostenuto il giudice Gratteri?

Attentato sanguinoso in Egitto, nel Sinai colpisce ancora una volta l’Islam politico

Al-Sisi

La procura generale egiziana è quasi certa, opera di bande islamiste radicali, 235 morti durante una funzione religiosa in una moschea sufi, ennesimo avvertimento ad Al-Sisi o schegge impazzite?

   

PRIMA PAGINA

SEGUICI SU

0FanLike
31FollowerSegui
0FollowerSegui
1,464FollowerSegui
20IscrittiIscriviti

EDITORIALE