News

News
F-35

F-35, la Corte dei Conti lancia l’allarme: costi raddoppiati e ritardi

Il programma F-35 "è oggi in ritardo di almeno 5 anni" a causa delle "molteplici problematiche tecniche" che hanno fatto raddoppiare i costi; anche le prospettive occupazionali per l'Italia "non si sono ancora concretizzate nella misura sperata". È quanto emerge dall'analisi realizzata dalla Sezione di controllo per gli Affari comunitari e internazionali della Corte dei conti sulla "Partecipazione italiana al Programma Joint Strike Fighter - F35 Lightning II".

Venezuela, un gruppo di falsi militari assalta base a Valencia

Un attacco da parte di sedicenti militari, è avvenuto al Forte Paramaracay a Valencia, nello Stato di Carabobo, a circa 170 chilometri da Caracas. Immediato l'intervento immediato delle forze militari. Maduro ha indicato in "Miami e Colombia" coloro che "pagano la fattura" per questi attacchi.

Al via la missione in Libia, ma Tobruk minaccia di bombardare le navi italiane

Il Parlamento italiano ha votato la missione navale in Libia, ma pesano tuttavia le minacce di Khalifa Haftar, pronto a bombardare le navi italiane.

Le imprese italiane sono le più tartassate d’Europa

Il carico fiscale sulle imprese italiane non ha eguali nel resto d'Europa se si misura l'incidenza percentuale delle tasse pagate dalle aziende sul gettito fiscale totale. Se da noi la percentuale del 14,9, in Irlanda è del 14,8, in Belgio del 12,9, nei Paesi Bassi del 12,7, in Spagna dell'11,8, in Germania e in Austria dell'11,6. La media dell'Unione europea è pari all'11,5 per cento.
Codice di condotta Ong

Codice di condotta Ong: non firmano Msf e Jugend Rettet

Medici senza frontiere e Jugend Rettet non hanno firmato il codice delle Ong, contenente le regole di condotta da applicare nelle operazioni di salvataggio in mare dei migranti. Al termine dell'incontro il ministero dell’Interno ha sottolineato che "l'aver rifiutato l'accettazione e la firma del Codice di condotta pone quelle organizzazioni non governative fuori dal sistema organizzato per il salvataggio in mare, con tutte le conseguenze del caso concreto che potranno determinarsi a partire dalla sicurezza delle imbarcazioni stesse".
Khaled G. Alkhateb: giornalista vittima dell'ISIS

Khaled G. Alkhateb: vittima dell’ISIS e della miopia del giornalismo mainstream

Domenica 30 Luglio nei pressi della provincia di Homs vicino al villaggio di Al-Sukhna, è caduto il giovane corrispondente di Russia Today Arabic, Khaled G. Alkhateb, aggregato all'esercito siriano. Il corrispondente ha sacrificato la sua giovane vita per combattere la disinformazione strategica della stampa generalista occidentale e dei media qaedisti.
Clarinet Sicily Festival

Cefalù: Trionfa il Clarinet Sicily Festival, una serata all’insegna dell’eccellenza musicale

Grande successo per il Clarinet Sicily Festival, tenutosi presso il suggestivo Atrio Vescovile di Cefalù. Dal repertorio tradizionale alla tarantella passando per il jazz, i maestri hanno reso omaggio alla musica mediterranea ricordando le vittime della mafia nel mese delle stragi.

La lucha sigue. Il popolo venezuelano scrive una pagina di storia

Più di otto milioni di venezuelani hanno votato per l’Assemblea Nazionale Costituente. "Ha vinto la pace. E quando vince la pace, vince il Venezuela", ha dichiarato il presidente del Consiglio Nazionale Elettorale, Tibisay Lucena, dalla sede CNE a Caracas. Risultato storico per il fronte chavista: superati gli 8 milioni di voti per la prima volta con Maduro. Gli Stati Uniti minacciano ritorsioni.

Immigrato accoltella autista del bus: i carabinieri aprono il fuoco

Un ivoriano di 19 anni ha colpito con tre coltellate al torace l'autista di un bus dopo una lite a bordo del mezzo pubblico a Monteriggioni, in provincia di Siena. L'aggressore è stato fermato dai carabinieri che per bloccarlo, sono stati costretti a sparargli un colpo di pistola a una gamba.

L’Italia darà supporto alla Libia con navi, aerei e 700 militari. Intanto la Francia continua ad imporsi in Africa

Mentre la Francia di Emmanuel Macron intende imporre la propria egemonia anche in Niger e Ciad, l'Italia soccorre il debole governo di Serraj in Libia.

PRIMA PAGINA

EDITORIALE