Russia-Armenia

In data 27 Giugno 2017, il presidente russo Vladimir Putin emanando un decreto ha nominato il vice ministro della difesa Nikolai Pankov come rappresentante ufficiale per la costituzione delle unità militari congiunte.

Già da novembre 2016 fu avviato questo progetto di cooperazione, firmato dai ministri della difesa dei due paesi, rispettivamente Sergei Shoygu (Federazione Russa) e Vigen Sargsyan (Armenia).

Secondo questo accordo le unità militari congiunte sarebbero schierate nella base militare russa di Gyumri, la seconda città dell’Armenia per numero di abitanti. Per il ministro della Difesa armena, Sargsyan, questo accordo serve per creare una risposta pronta in caso di attacco contro le forze armate armene.

Dura la presa di posizione da parte della dirigenza azera, la quale giudica questa azione come sostegno militare diretto della Russia all’Armenia nel conflitto in Artsakh, conteso tra i due paesi.

Le unità militari congiunte dipenderanno dal distretto militare della Russia meridionale e dallo stato maggiore armeno, in caso di conflitto dipenderanno dal comando militare della Russia meridionale.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome