Russia e Cina: nel Mar Baltico, esercitazione navale congiunta

Quella in atto è la prima esercitazione congiunta fra Russia e Cina nel Mar Baltico, e così i media e i politici europei hanno deciso di intensificare la campagna di demonizzazione verso i due paesi.

Partita in questi giorni l’esercitazione navale tra Russia e Cina nel Mar Baltico, la flotta russa e alcune unità navali cinesi saranno impegnate in varie simulazioni di attacco, presenti anche sommergibili e la portaerei Admiral Kutznetsov.

Questa notizia ha presto allarmato i media europei che intensificano la loro propaganda russofoba e sinofoba, parlando di “aggressione russa ai confini dell’europa”,  al coro mediatico si aggiungono anche personalità politiche nord europee.

Per John Wight, opinionista e analista del Guardian questa campagna mediatica contro Russia e Cina viene usata per raffigurare i due paesi come il nuovo “impero del male”, coniato da Ronald Reagan negli anni 80 in piena “Guerra Fredda” per dipingere l’Unione Sovietica. Esercitazione è sicuramente un segnale politico verso le istituzioni dell’occidente, ma anche un chiaro segnale che le relazioni diplomatiche e militari russo-cinesi sono giunte a livelli considerevoli.

Le istituzioni e i media europei dal canto loro sono assolutamente miopi e le loro analisi rimangono agganciate ai vecchi schemi della guerra fredda, non capendo gli sforzi che il blocco BRICS sta compiendo per stabilizzare e normalizzare intere regioni sconvolte da crisi, blocco BRICS che ha nei suoi perni principali proprio Russia e Cina.

Sergio Bongiorni

UN COMMENTO

  1. grazie Sergio per questo articolo…..L Occidente sempre pronto a demonizzare Russia Cina ecc ecc spinto dall America Imperialista e sempre presente nelle guerre sparse in tutto il mondo…..Italia fuori dalla nato e dissociamoci dall America in tutto !!!…….il nostro territorio e’ pieno di basi Americane e noi suoi schiavi ..

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome