CONDIVIDI

Marine Le Pen – candidata alle prossime presidenziali francesi – ha incontrato Vladimir Putin durante il proprio viaggio in Russia.

Durante l’incontro, la Le Pen si è impegnata, in caso di vittoria, a togliere le sanzioni contro Mosca.

“Sono contraria a una politica basata su minacce, sanzioni e ricatti” ha dichiarato. Inoltre, la Le Pen ha promesso di riconoscere la riunificazione della Crimea alla Russia.

“Ho sempre sostenuto la revoca delle sanzioni, che considero controproducenti. Queste black list rimangono, in gran parte, per via della pressione di Bruxelles” ha infatti dichiarato la Le Pen che poi ha stigmatizzato la politica delle sanzioni che “l’Unione europea negli ultimi tempi ha applicato sempre più spesso nei confronti della Russia e contro i suoi stessi membri.”

Infine, parlando di Francia e Russia, ha osservato: “I nostri Paesi sono legati storicamente nel campo culturale, delle relazioni parlamentari, del commercio e dello scambio tecnologico” per poi affermare che la cooperazione con Mosca è importante anche nella “lotta al terrorismo e all’islamismo.”

Dal canto suo, Putin ha affermato che la Russia non vuole influenzare le elezioni francesi, ma ha anche rivendicato il diritto per lui di incontrare chiunque. “Noi attribuiamo grande importanza ai rapporti con la Francia e allo stesso tempo cerchiamo di mantenere rapporti di pari livello sia con i rappresentanti del governo in carica sia con quelli dell’opposizione.”

In ogni caso, l’incontro ha qualcosa di storico, perché raramente Putin ha invitato in Russia leader di partiti di opposizione e suona come un riconoscimento in favore della Le Pen. Riconoscimento che ovviamente i nemici della candidata alle presidenziali francesi tenteranno di usare contro di lei.

Massimiliano Greco

UN COMMENTO

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@opinione-pubblica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here