Vladimir Putin

Ecco il discorso tenuto dal presidente russo Vladimir Putin al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo riguardo al ruolo della Russia. Esso si articola in alcuni punti chiave, eccoli:

      1. “C’è il rischio che, a causa del progressivo esaurimento delle risorse naturali, le tensioni geopolitiche mondiali si acuiscano.”
      2. “L’alleanza chiamata Grande Eurasia, guidata dalla Russia, è pronta per diventare uno dei punti focali del nuovo sistema di integrazione allargata.”
      3. “La Russia è pronta a compiere il primo passo verso l’Europa senza risentimento. Ma non può essere un cammino unilaterale.”
      4. “La Russia ha superato i principali problemi economici. Ci aspettiamo di vedere la crescita [della nostra economia, N.d.a.] nei prossimi anni.”
      5. “Un tasso d’inflazione del 4-5% è raggiungibile nel medio termine. La fuga di capitali all’estero è diminuita dell’80% dall’inizio dell’anno e la Russia ha mantenuto le proprie riserve.”
      6. “La crescita del PIL russo dovrebbe raggiungere almeno il 4% nel lungo termine.”
      7. “Nei prossimi 5-7 anni dobbiamo almeno dimezzare il deficit non petrolifero.”
      8. “Dopo la crisi del 2008-2009 è stato possibile rendere i flussi di capitale trasparenti e controllabili, ma il cumulo di problemi strutturali nell’economia globale persistono e ostacolano la crescita.”
      9. “Alcuni paesi cercano di monopolizzare i vantaggi derivanti dall’utilizzo di nuove tecnologie. Ciò impedisce il flusso di tecnologie verso nuove regioni del mondo.”
      10. “Le barriere [che dividono i Paesi, N.d.a.] possono essere superate se gli Stati cooperano tra loro. La cooperazione può essere costruita nel quadro di strutture flessibili che favoriscano una serie di decisioni tecniche.”
      11. “Abbiamo bisogno di aumentare la produttività della forza lavoro nelle grandi e medie imprese di almeno il 5% annuo.”

Massimiliano Greco

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome