La Repubblica Bolivariana del Venezuela ha protestato ufficialmente per l’uso scorretto dell’immagine del Comandante Hugo Chavez da parte del Partito Democratico di Hillary Clinton nella campagna elettorale per le presidenziali degli Stati Uniti.

“La Repubblica Bolivariana del Venezuela condanna categoricamente il video atroce e infame del Partito Democratico degli Stati Uniti contro il presidente Hugo Chavez”, ha scritto il ministro degli Esteri Delcy Rodríguez sul social Twitter.

Per Rodríguez, la campagna elettorale negli Stati Uniti “riflette la crisi etica, morale e politica profonda in un sistema degradato”.

“Il confronto il candidato (Donald) Trump con il Comandante Chavez è l’espressione dell’arroganza razzista e delll’irrazionalità di un partito che non rispetta i suoi elettori. Il Comandante Chavez è un leader che ha trasceso il nostro tempo per la sua essenza democratica, la sua vicinanza ai poveri e il senso universale di umanità”, ha aggiunto ancora il ministro, rincarando la dose.

“Chiediamo il rispetto della memoria eterna del comandante Hugo Chavez ai responsabili della campagna del Partito Democratico questo video ingiustificabile e aberrante”, ha concluso.

Un affronto ancora più vergognoso se si considera l’impegno concreto del comandante Chavez a favore dei poveri degli Stati Uniti.

Dal 2005, il South Bronx (il tristemente famoso borough diNew York) beneficia del “Programma sociale di riscaldamento” della Citgo (CITGO Petroleum Corporation), di proprietà della compagnia petrolifera statale del Venezuela (PDVSA) e della donazione di una mensa mensa sociale alla comunità di Melrose, dopo 30 anni di abbandono del governo.

Citgo e la Fondazione Simon Bolivar hanno annunciato nel mese di settembre 2015 aiuti per 1,25 milioni di dollari per i programmi sociali gestiti da organizzazioni senza scopo di lucro del South Bronx.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]om.

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome