In un periodo in cui i rapporti tra Italia ed India non sono ai massimi storici, un piccolo mattoncino di riconciliazione è portato da Shankar Sampingiraj, centrocampista polivalente dell’FC Bengaluru (I-League) e del Kerala Blasters (Indian Super League).

Dopo aver terminato la stagione di I-League al secondo posto ed in attesa di inziare quella il campionato della ISL con i vicecampioni dell’anno passato, Shankar Sampingiraj sta svolgendo un periodo di “trial” alla gloriosa Unione Sportiva Cremonese, attualmente relegata nella Lega Pro.

Ovviamente, stante le regole attuali, non sarà possibile per i grigiorossi tesserare il centrocampista indiano, ma eventualmente, anche vista la giovane età (20 anni), potrebbero fare un pensierino al polivalente centrocampista nei prossimi anni quando, scongiuri a parte, ritorneranno nelle categorie che più sono consone alla grande storia della Cremonese.

Shankar è nato a Kolar (Karnataka) il 14 dicembre del 1994 ed è cresciuto nell’Hindustan Aeronautics Limited S.C., prima di passare al Pailan Arrows e successivamente in prestito al DSK Shivajians (I-League 2nd Division). Nel giugno del 2013 ha firmato un contratto con una delle principali squadre della I-League, l’FC Bengaluru, compagine nella quale ha completato appieno la sua maturità, grazie alla guida dell’inglese Ashley Westwood e a compagni del livello di Sunil Chhetri, capitano e massimo goleador della nazionale indiana.

19 presenze e 3 reti per lui nella scorsa stagione. Dal 3 ottobre sarà uno dei punti di forza del Kerala Blasters nella seconda edizione della Indian Super League.

“Sono molto felice dell’opportunità e del percorso di crescita che sto facendo con il Bengaluru. Questo passaggio è molto importante per me” ha dichiarato Shankar.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome