Jan Kuciak

Tre imprenditori italiani sono stati arrestati dalle autorità slovacche stamane.

I tre italiani sono sospettati dell’omicidio del giornalista locale Jan Kuciak e della compagna, avvenuto il 25 febbraio scorso. Il giornalista ucciso nella propria abitazione indagava sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta nel paese dell’est europeo.

Secondo ilfattoquotidiano.it due dei tre arrestati sarebbero Bruno e Antonino Vadalà, figli di Giovanni Vadalà. La famiglia Vadalà avrebbe legami importanti con la famiglia Nucera e le maggiori famiglie criminali di Reggio Calabria. I calabresi gestivano affari in Slovacchia nel settore dell’energia e dell’edilizia.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome